Smart Forfour, forse non solo un flop

L'auto non è male, ma lo sconto sostanzioso è quasi un diritto

da , il

    SMART FORFOUR

    Nata sotto una cattiva stella, la Smart Forfour, sta per andare in pensione anzitempo e, anche se non si nega a questa vettura una sorta di eccentricità, alla fine s’è rivelata un vero flop per l’azienda produttrice.

    Motivo per cui, anche se ancora in vendita, esortiamo chi volesse comprarla a una lunga riflessione, anche perché non costa per niente poco, se solo pensiamo che la versione più accessoriata che può contare su un motore brioso è la 1.300 Passion, che non costa meno di 15.500 euro.

    La Forfour esiste solo a cinque porte è sicura in ogni condizione perché protetta dalla ormai famosa cellula di sopravvivenza chiamata Tridion che avvolge i passeggeri come in un guscio in caso di incidente, sui generis il design, il gusto è soggettivo, può piacere o sconcertare al primo sguardo, c’è da dire, però, che è davvero confortevole e ben accessoriata, le stesse sospensioni che costringono in curva la vettura ad un rollio fastidioso vengono corrette dall’ESP, dove presente. Ecco perché conviene indirizzarsi sulla versione più accessoriata che sempre di serie dispone anche di, doppi airbag frontali, alzacristalli elettrici, climatizzatore, servosterzo, chiusura centralizzata e volante e sedile regolabile in altezza.

    La scelta migliore è orientata sulla 1.500 Passion, per poter apprezzare la grinta del propulsore 3 cilindri con cambio manuale a 5 marce, che presenta delle buone doti di prontezza e di accelerazione, da 0 a 100 orari in 10 secondi e una velocità massima di 220 orari e anche i consumi sono accettabili, visto che si assestano sui 15 chilometri con un litro di benzina.

    A questo punto ci si chiede che vantaggio si avrebbe a comprare la Forfour, visto che finite le scorte dai concessionari non verrà più prodotta, col risultato di avere un’auto nuova che si svaluterà a vista d’occhio. Le motivazioni sono due, utilizzare fino all’ultimo respiro un’auto pur sempre affidabile appartenente ad un Gruppo importante, acquistarla con uno sconto eccezionale o a particolari condizioni.

    Ma non ci sembra che di questo avviso siano i concessionari, per cui, accontentarsi di un misero 10% di sconto è ridicolo, o si spunta molto di più o lasciare la Forfour in vetrina a fare la muffa e rivolgersi su un’altra auto più fortunata.