NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sostituzione filtro gasolio, gpl e benzina: quando e come fare

Sostituzione filtro gasolio, gpl e benzina: quando e come fare
da in Consigli e Guide, Fai da te, Manutenzione Auto
Ultimo aggiornamento: Martedì 24/02/2015 12:10

    Sostituzione filtro carburante

    Continua la serie di articoli “Consigli e Guide” dedicati alla manutenzione della propria auto, questa volta tocca alla sostituzione del filtro carburante nelle vetture a gasolio, gpl e benzina e pure in quelle a metano. Quando e come farlo? Innanzitutto andiamo a spiegare la funzione di questo filtro che nelle auto diesel ed in quelle a gas si trova generalmente nel cofano mentre in quelle a benzina spesso è posizionato sotto il pianale della vettura nelle vicinanze del serbatoio. Il suo scopo è quello di filtrare le possibili impurità presenti nel carburante per impedire che le stesse vadano a danneggiare gli organi del sistema di alimentazione. Per questo motivo è consigliabile rispettare gli intervalli di manutenzione per evitare appunto spiacevoli inconvenienti. I filtri carburante vanno sostituiti ad intervalli diversi a seconda del tipo di alimentazione utilizzato, andiamo quindi a vederli uno per volta.

    Filtro Gasolio

    sostituzione filtro gasolio filtro benzina

    Il filtro gasolio è forse quello più delicato del gruppo. In molte vetture moderne incorpora inoltre vari sensori quindi in questo caso il costo non è dei più economici. I motori diesel solitamente risentono più di un filtro carburante sporco quindi è consigliabile sostituirlo almeno ogni 30 mila km anche se alcune Case automobilistiche indicano come intervallo di sostituzione i 50-60 mila km. Il filtro gasolio spesso è collocato nel vano motore ed è abbastanza facile da individuare: basta seguire con l’occhio le canne del carburante.

    Filtro Benzina

    I moderni motori a benzina non richiedono una frequente sostituzione del filtro carburante e spesso i Costruttori consigliano di cambiarlo attorno ai 100.000 chilometri. Discorso diverso se si parla di motori a carburatore, oppure dei primi propulsori con l’iniezione elettronica, per i quali è consigliabile non superare i 30.000 chilometri. Come anticipato nell’introduzione, spesso il filtro della benzina è posizionato sotto la scocca dell’autovettura ed in vicinanza del serbatoio, risulta quindi più difficoltoso effettuarne la sostituzione fai-da-te.

    Filtro GPL e Metano

    sostituzione filtro gpl filtro metano

    Solitamente è consigliato sostituire il filtro del GPL ogni 15.000 chilometri. I sintomi di un filtro sporco sono perdite di potenza, vibrazioni in accelerazione e risposta “assonnata” all’acceleratore. Il filtro del GPL è uno dei più economici poiché è per nulla complesso. Per ottenere buone prestazioni e mantenere pulito il circuito d’alimentazione del gas è consigliabile aggiungere un’additivo apposito (dal costo di circa 5-10 euro a bomboletta, a seconda della marca) ogni 30.000 chilometri che provvederà anche ad allungare la durata delle sedi valvole che spesso risentono dell’uso del GPL e tendono ad usurarsi precocemente.

    Per il filtro del Metano valgono le stesse cose suddette per il filtro del GPL tranne per l’intervallo di sostituzione che si può posticipare a 30.000 chilometri senza problemi. I filtri del gas, metano o gpl che sia, si trovano praticamente sempre nel vano motore e sono facilmente riconoscibili per la loro forma.

    559

    PIÙ POPOLARI