Spot Dacia Sandero: taglia prezzi!

Spot Dacia Sandero: taglia prezzi!

    Solo 32 secondi, poco più di un battito d’ali in rapida successione, eppure è così che si compie un miracolo, sufficiente per poter percepire il messaggio che i validissimi creatori della pubblicità della Dacia Sandero, in un video che sta impazzando su tutte le reti, vogliono trasferire allo spettatore.

    In effetti, pensandoci, con poco meno di 7.400 euro per un’auto, si sarebbe potuto al massimo sperare in mezza automobile normale; una mezza berlina, un po’ meno di mezza station wagon, almeno di alcune station wagon.

    E da qui parte il messaggio, palese quanto vogliamo ma tanto subliminale nello stesso tempo, di Dacia che ci ricorda come, con 7.350 euro… o prendi mezza auto o una Dacia Sandero …. e la sa lunga anche il concessionario tanto abituato a richieste di un pubblico poco aduso a spendere meno di 7.400 euro per un’auto, al punto che l’abile venditore si fa trovare, telecomando in mano, pronto a “segare” la vettura che offre per metà.

    Insomma, nel tempo intercorrente fra un battito d’ali in rapida successione, fra lo schiudersi delle palpebre di un occhio qualsiasi, in un tempo tanto infinitesimale si riesce ugualmente a palesare i vantaggi di una Dacia Sandero, che il geniale inventore del messaggio pubblicitario ha concentrato al meglio in un tempo così ristretto, ma come avrà fatto? Merito della comunicazione nel riuscire a valorizzare l’idea del valore del denaro pur sapendo come si sia svalutato, altrimenti, chi mai avrebbe richiesto ad un concessionario un’auto con meno di 7.400 euro.

    Ma ha anche fatto sapere, il guru dell’informazione, all’ingenuo acquirente e non soltanto a lui,che si può costruire un’auto, low cost in questo caso,con meno di 7.400 euro e, soprattutto, che tale vettura viene venduta per intero e non per metà! ha fatto conoscere insomma un prodotto che ha del miracoloso e senza scomodare i Santi. Si riesce, insomma, a costruire una vettura che neanche l’ignaro cliente immagina lontanamente, tanto da stupirsi insieme alla famiglia che ha portato al seguito, della possibilità di avere una smagliante, accattivante, piacevole Dacia Sandero, al costo di mezza auto, pur sapendo che….a costruirla c’è anche Renault,sinonimo di sicurezza ed affidabilità.

    Insomma la saga dell’assurdo, dove un’enorme disco rotante sega un’automobile, di fronte agli sguardi sbigottiti dei clienti…, personale addetto pronto a separare i due monconi della vettura appena tagliata in due, come se nulla fosse accaduto; tutto perché, abituati ad un mercato che sconosce le potenzialità di Dacia e che sopratutto sconosce il fatto che… con meno di 7.350 euro, o prendi un’auto così o prendi la nuova Dacia Sandero… anche con GPL! l’assurdo diviene, come nelle favole, realtà; ma questa non è una favola!

    Ma si può davvero acquistare un’auto intera al costo di una mezza vettura?

    Al di là del claim pubblicitario ci si chiede se sia davvero possibile, nel momento di vendere un’auto, ad un prezzo sicuramente vantaggioso, come è quello di Dacia Sandero, non rischiare di vendere al cliente una “mezza auto” nonostante intera e formata da quattro ruote, cinque posti, bagagliaio incluso.

    I motivi di una scelta

    Si, è possibile, perché Sandero fa parte di un programma portato avanti dalla rumena Dacia in collaborazione con Renault da poco meno di un decennio in qua,con in mente un solo obiettivo: costruire auto affidabili ma a prezzi da hard discount, insomma, auto low cost.

    Dacia Sandero però non delude le aspettative, anzi, l’ultima nata, in ordine di tempo, della Casa franco-rumena tradisce un po’ l’idea che ci si era fatti riguardo le auto low cost, immaginate “povere”, spartane, essenziali, robuste perché nate in zone del mondo svantaggiate e dunque prive di strada così da dover sopportare sollecitazioni estreme a tutto svantaggio del confort. In Dacia Sandero non è così; un rapido sguardo alla calandra, alle fiancate fino alla tre quarti posteriore per poi soffermarsi alla linea complessiva della vettura è ben sufficiente per rendersi conto che parliamo di una vettura dai tratti abbastanza moderni e dinamici con un temperamento, almeno per quanto riguarda il design, moderatamente sportivo.

    Confort, adeguato alla categoria

    Insomma, Dacia Sandero non si fa e non fa mancare nulla a chi l’acquista, visto che in cinque si viaggia bene beneficiando di un comportamento della vettura su strada che non delude neanche chi da un’auto cerca innanzitutto il confort, soprattutto se pensiamo che stiamo parlando di un’auto di 4 metri di lunghezza, un metro e settantacinque centimetri di larghezza e un metro e mezzo di altezza, eppure, in dimensioni tanto contenute c’è persino un bagagliaio adeguato, non tutti i competitors riescono a garantire uno spazio di carico tanto ampio; 320 litri che possono divenire, agendo sui sedili, anche 1.200 litri; peccato che la soglia di carico è un po’ alta e richiede qualche sforzo supplementare per i carichi pesanti.

    Comportamento su strada: brillante e sicuro

    Anche il comportamento su strada non delude di certo le aspettative, per qualcuno potrebbe essere una sorpresa, visti i prezzi della Dacia Sandero, al punto che quelle tanto temute sospensioni, retaggio di auto abituate ai “percorsi di guerra”, non esistono più, almeno in Dacia Sandero non sono mai esistite, al punto che la vettura reagisce bene anche allo sconnesso, lo sterzo resta preciso anche nei percorsi “duri” e, nonostante l’impressione che la vettura tenda a coricarsi un po’ troppo in curva, a causa di un rollio avvertito come eccessivo, nei fatti la vettura resta equilibrata recuperando bene e allineandosi al meglio, fatto che rende molto sicura l’utilitaria.


    Gli allestimenti della Dacia Sandero

    Tre gli allestimenti di cui gode la Dacia Sandero, la Base, la Ambiance e la Laureate, in tutte e tre le versioni è possibile avere l’ impianto GPL di serie, così come in atto è possibile sceglierla in due motorizzazioni; 1.400 cc. di cilindrata da 75 cavalli e 1.600 da 87 cavalli, il diesel 1.500 dCi arriverà sul mercato fra poco meno di quattro mesi.

    Tutte le versioni della Dacia Sandero dispongono di airbag lato guida e passeggero, attacchi ISOFIX, poggiatesta posteriori; la Ambiance ha inoltre il servosterzo, mentre la Laureate aggiunge alla dotazione di base anche il computer di bordo, i retrovisori esterni elettrici e regolabili dall’interno, il volante ed il sedile conducente regolabile in altezza ed il sedile posteriore sdoppiato. Interessante la gamma degli optional, creati in modo da personalizzare al meglio l’auto a seconda dei gusti di chi la compra.

    Le prestazioni

    Il motore che si prevedrà più diffuso dovrebbe essere il 1.400 cc. di cilindrata a benzina, almeno finchè non farà la sua apparizione il diesel; con questo propulsore si evidenziano da subito le buone doti di accelerazione, visto che Dacia Sandero accelera da 0 a 100 orari in 13 secondi ed una velocità massima di 160 km/h con consumi sopra la media delle concorrenti, considerato che con 1 litro di benzina si percorrono anche 14 chilometri e mezzo di strada.

    Conclusioni

    La vera sorpresa davanti una Dacia Sandero, è che, una simile vettura possa avere prezzi a partire proprio da 7.350 euro e, sulla base di quanto riesce ad offrire quest’auto, il fatto diviene ancora più stupefacente, soprattutto se si guarda cosa fa la concorrenza più prossima alla Dacia Sandero. Mai come adesso ci rendiamo conto come, per tornare alla pubblicità, che con 7.350 euro, si possa acquistare un’auto e non una mezza vettura e questa è realtà!

    1298

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto EconomicheDaciaDacia SanderoUtilitarieVideo Auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI