Strano modo di parcheggiare

da , il

    L'Audi A4 che ha centrato un negozio di Milano - Foto:Newpress

    Cosa può indurre un automobilista a “parcheggiare” la propria auto all’interno di un negozio, sfondando la vetrina d’ingresso? la fretta, la necessità di trovare un parcheggio a tutti i costi, o cosa?

    Niente di tutto questo, a Milano, così come avviene in tantissime altre metropoli italiani, il problema del parcheggio è immane, ma non si può neanche pensare di risolverlo, come ci dimostra questa immagine, distruggendo la propria auto, nello specifico un’Audi A4 Cabrio e mettendo a repentaglio la propria e l’altrui vita, come ci riporta il sito: Hai Sentito.

    Le cose saranno andate ben diversamente e sul fatto indaga la Polizia Municipale del capoluogo lombardo, una disattenzione ad una velocità non certo limitatissima, un improvviso malore del conducente, un guasto meccanico o una manovra errata possono essere state le cause dello spettacolare sinistro, per fortuna senza conseguenze gravi per gli occupanti e gli addetti del negozio Puma, sito fra corso Buenos Aires e viale Tunisia, centrato dal bolide.

    L’incidente, tuttavia, induce a delle riflessioni che ci riportano, ancora una volta, all’evidenza di come la città sia spesso il luogo ove, nonostante la velocità dovrebbe essere ridotta entro i limiti prescritti dalla Legge, si commettono più infrazioni che altrove e si rischia, spesso, di più che nelle strade extraurbane. Un problema che sicuramente trae origine dalla inconsapevolezza che le pur basse velocità, anche entro i limiti del Codice della Strada, quando si osservano, possono avere conseguenze tragiche su pedoni, motociclisti e ciclisti, quando la guida non è, contestualmente, accompagnata da un grado di prudenza, quanto mai necessario.