NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Subaru Wrx STI 2014: prezzo e scheda tecnica della sportiva quattro porte [FOTO]

Subaru Wrx STI 2014: prezzo e scheda tecnica della sportiva quattro porte [FOTO]

La scheda tecnica del motore 2

da in Auto 2014, Auto nuove, Auto sportive, Berline, Subaru, Subaru WRX
Ultimo aggiornamento:
    Spumeggiante la nuova Subaru WRX

    Altre emozioni, altro stile. La Subaru Wrx si è svelata al Salone di Los Angeles 2013 e in concomitanza anche a Tokio, ma dell’avveniristico concept che ha calcato i recenti palcoscenici c’è ben poco. Si “normalizza”, e da oggetto in grado di toccare le corde più emozionali diventa una berlina dall’aria sportiveggiante ma neanche troppo. Rispetto alle indiscrezioni della vigilia, arrivano interessanti novità specialmente per quanto riguarda la motorizzazione scelta.

    Motore: prestazioni, consumi ed emissioni

    Al posto del 2.5 litri turbo da 265 cavalli, unità impiegata sulla precedente generazione di Subaru Wrx, il marchio nipponico ha scelto di tornare al passato, proponendo un 2.5 litri boxer sovralimentato da ben 300 cavalli, cubatura che strizza l’occhio al Vecchio Continente. Ovviamente la trazione integrale è il fulcro intorno al quale esprimere le proprie capacità e si sposa con la trasmissione manuale sei marce.
    Parlando di prestazioni c’è da dire che la velocità massima raggiunta è di 255 chilometri orari con uno scatto da 0 a 100 bruciato in 5 secondi e 2.
    Consumi medi di 9,6 chilometri con un litro ed emissioni di anidride carbonica pari a 242 grammi per chilometro.

    Lo stile dell’estetica

    Non esalta lo stile, tanto più se si osserva il punto di partenza, quel concept così accattivante e sportivo. Tralasciando valutazioni sulla calandra e il frontale, che potrete leggere di seguito, è la stessa Subaru a confermare modifiche sostanziali, perché l’avanzamento del montante A di 20 centimetri ha consentito di ampliare l’abitacolo evidentemente, tuttavia, ha tolto molta carica dinamica alle forme. Tutto nuovo il telaio, più rigido, abbinato a sospensioni dalla taratura marcatamente sportiva. A bordo trovano spazio quattro persone, agevolate da un passo incrementato di 25 millimetri (2 metri e 65 il totale) oltre a beneficiare di più aria all’altezza di spalle e per le gambe.

    La calandra accoglie due profili argentati e la targhetta Sti e il muso si completa con un paraurti che ospita luci diurne e fendinebbia alle estremità. La grande presa dinamica sul cofano motore serve per l’intercooler, incaricato di raffreddare i gas di scarico del motore turbo benzina quattro cilindri da 2.5 litri. La fiancata, arroccata sulla scelta di una carrozzeria quattro porte, è impreziosita da minigonne più profilate e cerchi dorati cinque razze, prevedibilmente da 18 pollici.
    Ma è sulla coda che si scopre tutta la diversità della Subaru Wrx Sti rispetto alla sorella più tranquilla, con quell’ala fissa dalle dimensioni generose, pensata con funzioni certamente aerodinamiche ancor prima che estetiche.
    Tra i tanti elementi che si sono persi nel passaggio da concept car a modello pronto-serie, uno è rimasto invariato. Si tratta dei quattro terminali di scarico, accoppiati alle estremità del paraurti, sul quale è stato ricavato una sorta di scivolo del diffusore.

    Oltre al motore potenziato, la Wrx Sti sfoggia freni maggiorati e un assetto più rigido. La dinamica di marcia viene supportata dalla trazione integrale permanente, con ripartizione della coppia 41:59 e la possibilità di variare il bilanciamento sia attraverso programmi predefiniti che manualmente, operando su sei step pensati per specifiche condizioni di guida e terreno.

    La raffinatezza del sistema all wheel drive passa da tre differenziali: quello centrale chiamato a spostare la coppia tra avantreno e retrotreno, gli altri due, invece, al lavoro tra ruota interna ed esterna.

    Prima un teaser ufficiale ha messo in mostra il corollario di led che campeggiano sul muso, completato dal paraurti sportivo e griglia a nido d’ape, oltre all’enorme presa d’aria sul cofano motore. Poi, due scatti rubati hanno se possibile spento gli entusiasmi. Non sfoggia l’anteriore imponente del concept, ripiegando su un profilo spiovente e con la calandra decisamente più tradizionale. La fiancata si caratterizza per passaruota squadrati e raccordati dalle minigonne, mentre la linea di cintura regolare accompagna le quattro porte.
    Tipicamente giapponese la coda, dai tratti squadrati e anonimi: non bastano i quattro terminali di scarico a dare enfasi sportiva, tanto più se si osserva la foggia dei gruppi ottici e uno spoiler quasi posticcio.

    Interni

    Si dovrà toccare con mano la qualità dei materiali, con plastiche morbide, ma a un primo sguardo si apprezzano miglioramenti in quello che è il disegno della plancia. Console centrale con pulsanti della climatizzazione ben in evidenza e a portata di mano, un semplice comparto multimediale con radio cd/mp3 poco più in alto, mentre davanti al passeggero una fascia con inserto in carbon look sposta visivamente da verticale a orizzontale l’andamento del cruscotto.
    Bello il volante, tre razze multifunzione con la corona tagliata in basso.

    Allestimento, equipaggiamento di serie ed optional

    Uno solamente l’allestimento: l’STI-S. Di serie questo prevede airbag per le ginocchia del conducente, attacchi isofix, chiave elettronica, climatizzatore automatico bizona, comando della regolazione della risposta del motore, controllo della stabilità, della trazione, cruise control, differenziali anteriore e posteriore autobloccanti, quello centrale regolabile, fari a led, radio con lettore CD, MP3, prese Aux ed Usb e connessione Bluetooth, sedili anteriori riscaldabili e posteriore frazionato e vernice metallizzata.
    Unico optional il pacchetto S a 4.490 Euro.

    Listino prezzi

    Benzina:

    Subaru WRX 2.5 STI-S 4 porte 300 cavalli 44.500 Euro

    864

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2014Auto nuoveAuto sportiveBerlineSubaruSubaru WRX
    PIÙ POPOLARI