SUV Ibridi, la nuova frontiera delle Case automobilistiche

L'ibrido varca la soglia dei SUV

da , il

    Toyota Highlander Hybrid

    Anche le fuoristrada adottano l’ibrido, reduce dai successi in altri segmenti automobilistici, questo tipo di alimentazione non scontenta nessuno, anzi, mette d’accordo tutti, visto il successo che ha riscosso fra le diverse Case automobilistiche.

    La punta di diamante dell’ibrido 4X4 ce la offre l’America e il Giappone, la prima con le proposte di General Motors, Daimler-Chrysler e Ford, per quanto riguarda, invece, il Paese del Sol Levante, interessanti si sono rivelate le proposte di Toyota e Mazda. Anche l’Europa, comunque, sta assurgendo a posizioni rilevanti anche in questo settore.

    Per quanto riguarda la produzione orientale, dobbiamo far riferimento a Toyota, e si deve a questa Casa il primo SUV al mondo a sette posti presentato lo scorso anno a giugno, l’Highlander, con analoga motorizzazione della RX-400h, anche se nella trasformazione ha perso un po’ di potenza a causa di qualche cavallo in meno di cui si dota.

    A pareggiare i conti con Toyota ci pensa Mazda con Tribute che alla presentazione all’ultimo Salone dell’auto di Detroit ha fatto molta impressione per le innovazioni che presentava. Peccato che fino adesso, continuiamo a parlare di una concept che non si sa bene se e quando si opererà la commercializzazione.

    Interessante, forse anche di più, la produzione americana per questo genere di veicoli di cui parleremo presto, così come menzione meriterà l’intera produzione di SUV ibridi europei.