Suzuki Baleno Ibrida: prezzo, consumi, scheda tecnica e prova su strada [FOTO]

La giapponese si conferma ancora una volta una valida alternativa alle più blasonate e modaiole rivali, rispetto alle quali primeggia per spazio a bordo e bassi costi d'esercizio

da , il

    Nuova prova su strada di Allaguida.it, tocca ora alla Suzuki Baleno. L’utilitaria giapponese era stata anticipata dal concept iK-2 ed ha riportato alla luce un nome già usato per un modello prodotto dal 1995 al 2007 che riscosse un discreto successo in Oriente, ma che non andò molto bene in Europa dove restò a listino fino al 2001 proprio per lo scarso volume di vendite. Nel complesso si dimostra versatile e si fa apprezzare per i consumi ridotti, esteticamente però non fa impazzire. Ma andiamo ora a scoprirla nel dettaglio nel nostro test drive.

    Estetica e Design

    Suzuki Baleno 2017 laterale posteriore

    Esteticamente la Suzuki Baleno si basa sul tema stilistico che la casa giapponese chiama “Liquid Flow“, ossia flusso liquido. Il concetto di base è quello di una massa d’acqua in movimento, le linee della carrozzeria sono quindi morbide e sembrano disegnato dal vento. Risulta sportiveggiante l’insieme, caratterizzato da un frontale deciso, una ridotta altezza da terra, un profilo slanciato ed infine un posteriore dinamico. Rimanendo nel retro dell’auto, è in bella vista il marcato spoiler sulla sommità del lunotto, può non convincere in pieno però l’alto paraurti ed il piccolo portellone.

    Originale il taglio dei gruppi ottici anteriori, collegati tra loro dal profilo cromato a “V” della mascherina.

    Dimensioni e capacità di carico

    Suzuki Baleno Dimensioni

    Parliamo di dimensioni. La scheda tecnica della Suzuki Baleno parla di una lunghezza di 4 metri tondi tondi, una larghezza di 1 metro e 75 centimetri ed infine un altezza di 1 metro e 47 (quest’ultima diminuisce di 1 centimetro nella variante ibrida). Tanto di cappello agli ingegneri giapponesi che sono riusciti a sfruttare al massimo lo spazio per ottenere un abitabilità ai vertici della categoria, oltre che contenere il peso a meno di 1000 kg.

    Suzuki Baleno 2017 capacità di carico

    Buona la capienza del bagagliaio che offre 355 litri con i sedili posteriori in posizione d’uso, aumentabili fino a 1.085 ribaltando gli schienali. Peccato per la soglia di carico alta da terra che penalizza le operazioni di carico-scarico.

    Interni

    Suzuki Baleno 2017 abitacolo

    Accomodandosi negli interni della Suzuki Baleno si apprezza il disegno della parte centrale del cruscotto che richiama quello della vista frontale della vettura. Chiara e ordinata la disposizione dei comandi, ricco di informazioni e ben visibile il quadro strumenti. Quest’ultimo include il display da 4.2 pollici del computer di bordo, il quale riporta notevoli informazioni in tempo reale sulla vettura. Al centro della consolle spicca lo schermo a colori del sistema di infotainment, dotato di connettività Apple CarPlay, Android Auto e MirrorLink.

    Da sottolineare l’abitabilità: quattro adulti stanno comodi anche nei viaggi più stressanti, la Baleno offre un comfort ed uno spazio a bordo tra i migliori della sua categoria. Soltanto discrete le finiture, la colpa soprattutto è di alcune plastiche dall’aspetto un pò troppo economico.

    Ampia dotazione tecnologica

    Suzuki Baleno 2017 quadro strumenti

    Ampia la dotazione tecnologica della Suzuki Baleno che comprende anche il Cruise Control Adattivo ed il Radar Brake Support. Di serie per le versioni più ricche il già citato sistema di infotainment con display touchscreen da 7 pollici equipaggiato con tecnologia Apple CarPlay ed Android Auto. Nove le tinte disponibili per la carrozzeria, possibile scegliere al momento dell’acquisto anche tra cerchi in acciaio a 15 pollici e quelli in lega da 16 pollici.

    Allestimenti

    Suzuki Baleno Allestimenti

    Quattro gli allestimenti di Suzuki Baleno: B-Easy, B-Cool, B-Top ed infine lo sportivo S. Completa per tutti la dotazione di serie che fin dall’allestimento base include airbag per le ginocchia del guidatore, airbag passeggero disattivabile, airbag laterali e per la testa, attacchi isofix per seggiolini, climatizzatore manuale, poggiatesta posteriori, radio cd/aux/usb dotata di vivavoce e streaming bluetooth, retrovisori riscaldabili, sedile di guida regolabile in altezza, sedile posteriore frazionato ed infine il volante regolabile in altezza. Tutti tranne l’entry-level B-Easy offrono anche i proiettori bixeno, i cerchi in lega ed i fari fendinebbia. Infine le più accessoriate B-Top ed S aggiungono gli alzavetro elettrici posteriori, il climatizzatore automatico, il cruise control adattivo con frenata d’emergenza, il navigatore satellitare, i sedili anteriori riscaldabili, la telecamera di retromarcia ed i vetri posteriori oscurati.

    Motori

    Il listino motorizzazioni della Suzuki Baleno offre due unità a benzina, una BiFuel benzina/Gpl ed una ibrida. Si parte con un vivace 1.2 aspirato Dualjet da 90 cavalli, al qual si affianca il tre cilindri turbo Boosterjet da 1 litro di cilindrata e forte di 111 cavalli di potenza. Perfetta per coloro attenti ai consumi la variante ibrida 1.2 da 90 cavalli, accreditata di un consumo medio dichiarato nel ciclo misto di 25 chilometri con un litro. Quest’ultima al motore termico abbina un generatore che sfrutta al massimo l’energia derivante dalle fasi di decelerazione e di frenata. Ultimi in ordine di debutto i 1.2 Dualjet a Gpl da 90 cavalli.

    Test Drive

    suzuki baleno Test drive

    E’ giunto il momento di mettersi al volante della Suzuki Baleno e di cominciare la nostra prova su strada. Il disegno della plancia abbastanza anonimo, fatto con materiali essenziali e plastiche dure. Bello il cruscotto davanti a noi, svetta al centro il touch screen da 7 pollici. Ottimo sistema di infotainment, molto facile da usare. Accendiamo il motore e partiamo.

    E’ ibrida? All’inizio rimaniamo un filo spaesati: il cambio è manuale, non si capisce quando il motore elettrico entri in funzione, che si ricarica solo quando si lascia l’acceleratore ma con la marcia innestata, mentre non recupera in frenata. Il propulsore elettrico entra in gioco in fase di accelerazione, avvio e riavvio. In realtà non sembra di guidare una vettura ibrida, ma il motore elettrico permette al benzina una vivacità praticamente costante e bassi consumi.

    suzuki baleno 2017 prova su strada

    A lungo andare vengono fuori cose interessanti: lo Start&stop entra già in fase di rallentamento mentre per quanto riguarda i consumi si riescono a fare anche 19 km con un litro. Auto piccola da parcheggiare, ma anche spaziosa per poter essere pratica. Sterzo diretto e reattivo, frizione leggera, cambio manuale ottimo e scorrevole. Motore regolare e abbastanza silenzioso, manca però di brio e di spinta per sorpassare. Infine lee sospensioni assorbono bene le asperità della strada. Insomma: Suzuki bada al sodo. Non è la migliore design, ma è sicuramente molto più bella da guidare che da vedere.

    Listino Prezzi

    Benzina:

    Suzuki Baleno 1.2 Dualjet 90 cavalli B-Easy 14.100 Euro

    Suzuki Baleno 1.2 Dualjet 90 cavalli B-Cool 15.100 Euro

    Suzuki Baleno 1.2 Dualjet 90 cavalli B-Top 16.600 Euro

    Suzuki Baleno 1.2 Dualjet 90 cavalli B-Top CVT 18.100 Euro

    Suzuki Baleno 1.0 Boosterjet 111 cavalli S 17.800 Euro

    Suzuki Baleno 1.0 Boosterjet 111 cavalli S Automatica 19.000 Euro

    Gpl:

    Suzuki Baleno 1.2 Dualjet 90 cavalli B-Easy 15.700 Euro

    Suzuki Baleno 1.2 Dualjet 90 cavalli B-Cool 16.700 Euro

    Suzuki Baleno 1.2 Dualjet 90 cavalli B-Top

    Ibrida a benzina:

    Suzuki Baleno 1.2 Dualjet SHVS 90 cavalli B-Top 17.600 Euro