Suzuki Ignis S-Urban Concept: una piccola 4×4 per l’offroad più impegnativo

Piccola ma con i muscoli: la nuova S-Urban su base Suzuki Ignis nasce con una preparazione per il fuoristrada duro e puro.

da , il

    La casa giapponese ha svelato la nuova Suzuki Ignis S-Urban Concept al Gaikindo Indonesia International Auto Show (GIIAS) 2017. Si tratta di un prototipo che incarna l’idea di offroad duro e puro, che sembra essere nata per affrontare la Dakar. A livello estetico sono molte le modifiche rispetto alla versione normale della citycar di casa Suzuki: tanto per cominciare l’assetto è stato rialzato di diversi centimetri e le ruote di serie sono state rimpiazzate con un treno di ruote di dimensioni maggiori con pneumatici dalla spalla alta e con una profonda tassellatura. Le carreggiate sono state allargate, per migliorare la tenuta di strada, e per l’occasione anche i passaruota sono stati ingranditi con elementi in plastica nera.

    Anche i paraurti, sia quello anteriore che quello posteriore, sono stati sostituiti con dei paracolpi progettati specificamente per la guida in fuoristrada: non solo hanno un’altezza ridotta, migliorando gli angoli di attacco e di uscita, ma hanno anche tutta la struttura in plastica grezza per resistere al meglio ai piccoli urti. Nella parte centrale della fascia paraurti anteriore sono ricavati gli alloggiamenti per i fari antinebbia, mentre poco sopra c’è una nuova mascherina con 6 feritoie verticali, ispirata a quella della Jimny. Completano il tutto i cerchi in lega ultraleggeri con finitura brunita, lo spoiler sul lunotto e le barre longitudinali argentate sul tetto. La Suzuki Ignis S-Urban Concept vanta una verniciatura molto appariscente, bicolore arancio e bianca, con una fascia centrale laterale e scritte sulle fiancate di colore grigio canna di fucile.

    Gli interni non vengono mostrati al salone, ma possiamo aspettarci che le uniche modifiche riguardino la strumentazione (specifica) ed i sedili anteriori da corsa, che rimpiazzano quelli tradizionali.

    Purtroppo non ci è dato sapere quali siano le modifiche a livello meccanico oltre all’allargamento delle carreggiate e al nuovo comparto sospensivo. La Suzuki Ignis normale monta un motore benzina 1.2 litri Dualjet da 90 cavalli (66 kW) a 6000 giri/min e dotato di 120 Nm di coppia massima a 4400 giri/min. A listino è anche presente una versione micro-ibrida, basata sullo stesso milledue benzina, mentre per chi volesse si può avere la trazione integrale 4×4 al posto di quella anteriore. I prezzi della Suzuki Ignis partono da 14.050.