Motor Show Bologna 2016

Suzuki S-Cross 2016: prezzi, dimensioni e prova su strada del restyling [FOTO e VIDEO]

Suzuki S-Cross 2016: prezzi, dimensioni e prova su strada del restyling [FOTO e VIDEO]
da in Auto 2016, Auto nuove, Fuoristrada e SUV, Prove auto su strada, Restyling, Suzuki, Suzuki S-Cross
Ultimo aggiornamento: Giovedì 17/11/2016 16:18

    La Suzuki S-Cross è da sempre l’ammiraglia della casa giapponese, marchio specializzato sui segmenti A, B e C del mercato, cioè le vetture di dimensioni cittadine, compatte e medie. In particolare, i modelli del costruttore di Hamamatsu producono Suv fin da quando questo termine non era ancora diventato di moda. In questi giorni sono cominciate le vendite del restyling della S-Cross, oggetto di questa prova su strada. Andiamo a vedere le novità.

    Suzuki S-Cross, test drive

    L’aspetto generale della nuova Suzuki S-Cross costituisce un’evoluzione della forma da crossover a Suv completo, seguendo in questo una tendenza di tutti i produttori. I cambiamenti più visibili nel design si trovano soprattutto nella sezione anteriore. Osserviamo il cofano a conchiglia con una doppia nervatura; in particolare è la calandra a catturare l’attenzione, completamente ridisegnata, ora piena di cromature e composta da una griglia verticale. Poi notiamo i fari a Led. Anche il paraurti ha un nuovo aspetto. Passando alla vista laterale, la novità è rappresentata dai cerchi in lega, ora caratterizzati da un disegno a 5 doppie razze, argentate o bicolore; il diametro negli allestimenti superiori è di 17 pollici. Nella sezione posteriore si notano i fanali con luci a Led. Sempre in bella evidenza lo spoiler.

    Nuova S CROSS_23

    La maggiore differenza dal punto di vista delle dimensioni della Suzuki S-Crss 2016 è data dall’altezza da terra del veicolo, aumentata di 1 centimetro. Significa migliore facilità sui terreni sconnessi, tra i quali ormai dobbiamo includere anche le strade cittadine, sempre peggio trattate dagli avidi comuni. Ora l’altezza minima da terra è di 18 centimetri. Riepiloghiamo dunque le dimensioni principali della S-Cross, ricordando che appartiene al segmento C del mercato, quello delle vetture medie: lunghezza 4,3 metri; larghezza 1,785 metri; altezza 1,58 metri; passo 2,6 metri. Un’occhiata al peso in ordine di marcia (conducente+liquidi): a seconda dei motori e degli equipaggiamenti, varia da 1.165 a 1.430 Kg. Nuova S CROSS_72 Per quanto riguarda il bagagliaio, esso conserva la sua buona capienza per il segmento: il volume di carico varia da 430 a 875 litri, sedile posteriore ovviamente abbattibile e sdoppiabile.

    Nuova S CROSS_77

    Vediamo gli interni. Nel restyling della S-Cross è stato rinnovato il sistema multimediale. La sezione centrale della plancia, circondata da un’elegante cromatura, è composta da un touchscreen da 7 pollici che racchiude tutte le funzioni. A seconda degli allestimenti, comprende retrocamera, navigatore e duplicazione smartphone Android Mirror Link ed Apple Car Play. Per quanto riguarda i materiali, la plancia ora è rivestita da una plastica morbida di tipo soft touch, piacevole al tocco. I sedili ora sono riscaldabili. Il divanetto posteriore è regolabile in due angolazioni. Il quadro strumenti ora è retroilluminato in blu, più visibile. Non manca nemmeno il display multifunzione fra tachimetro e contagiri. Profili cromati anche per i quadranti. Gli equipaggiamenti di sicurezza ora prevedono, a seconda dell’allestimento, il radar brake support, cioè la frenata assistita; se il radar determina che una collisione è imminente, provvede a frenare automaticamente. Se il guidatore imposta la frenata, il sistema lo assiste aumentando la forza frenante se questa è insufficiente. C’è poi il sistema di Cruise Control adattivo, cioè la regolazione automatica della velocità in base alla distanza dal veicolo che precede.

    Suzuki S Cross 2016 32

    Tutti i motori della Suzuki S-Cross 2016 ora sono turbocompressi e ad iniezione diretta. Ogni motorizzazione può essere abbinata ad un cambio automatico a 6 marce, con convertitore di coppia per i motori a benzina, a doppia frizione per i diesel; oltre alla classica leva, c’è sempre anche il comando a levette (paddles) sul volante. I cambi manuali sono invece a 5 marce per i motori a benzina e a 6 per i diesel. Su tutte le versioni è installato di serie il dispositivo start/stop. Per quanto riguarda i propulsori a benzina Boosterjet, si parte dall’interessante 1.0 a tre cilindri, dal comportamento sorprendente; potenza di 111 cavalli che non fanno soffrire un corpo vettura del resto abbastanza leggero per la categoria (appunto 1.165 Kg). Interessante anche la coppia, grazie proprio al turbo: 170 Newton metri disponibili da 2.000 a 3.500 giri (la potenza massima si raggiunge a 5.500 giri), che scendono a 160 col cambio automatico, ma disponibili su una fascia più ampia di giri, 1.800-4.000. Nelle versioni 1.0 la trazione è solo anteriore. Chi vuole prestazioni maggiori e ama i tragitti in fuoristrada ma non percorre tanti chilometri può senz’altro orientarsi sul 1.4, che offre 140 cavalli e 220 Newton metri (da 1.500 a 4.000 giri). Qui troviamo la trazione integrale con dispositivo All Grip. Il sistema di Suzuki, ricordiamolo, prevede quattro modalità di funzionamento: selezionato su Auto, la coppia è quasi sempre sulle ruote anteriori per risparmiare carburante e viene trasmessa parzialmente dietro in caso di slittamento; in modalità Sport abbiamo sempre quattro ruote motrici per una guida più dinamica; Snow è utile in caso di fondi molto scivolosi; infine la funzione Lock (utilizzabile fino a 60 Km/h), per la guida in fuoristrada, blocca il giunto e distribuisce la coppia in modo costante a tutte le ruote. Chi ha percorrenze elevate può orientarsi sul turbodiesel 1.6 DDiS. La potenza è di 120 cavalli (erogata a 3.750 giri) ma la coppia è ben superiore, vantaggio intrinseco dei motori a gasolio: 320 Newton metri a 1.750 giri. Disponibile sia in versione a due ruote motrici che con la trazione integrale. Passiamo ai consumi medi dichiarati dalla casa, relativi ai test sul ciclo combinato, tra parentesi quelli con cambio automatico. Per il 1.0 abbiamo 5 litri per 100 Km (5,2); il 1.4 si attesta a 5,6 litri (5,7); il 1.6 diesel segna 4,1 litri nella versione a due ruote motrici e 4,4 con la trazione integrale (4,6). Un’occhiata alla velocità massima: sul 1.0 è di 180 Km/h (170 col cambio automatico); il 1.4 raggiunge i 200 Km/h (anche con l’automatico), il 1.6 a due ruote motrici 180 Km/h e quello a trazione integrale 175 (invariata). Le accelerazioni 0-100km/h stanno a 11 secondi per i 1.0 Boosterjet da 111 cavalli. 12 secondi per i 1.6 diesel da 120 cavalli 2WD e 13 secondi per i 1.6 diesel 120 cavalli 4WD.

    suzuki s cross 2016 prova su strada

    Il nostro test drive della Nuova Suzuki S-Cross è stato condotto su una versione 1.0 Boosterjet a cambio manuale e in allestimento Cool. Questo piccolo motore a tre cilindri non finisce mai di stupire. Generoso è la parola adatta. Se sulla compatta e leggera Baleno diventa scattante, sulla più pesante e voluminosa S-Cross (quasi 200 Kg in più e maggiore resistenza aerodinamica per la maggiore larghezza e altezza) riesce comunque a fare il suo dovere. Certo non si possono pretendere velleità sportive, però coppia e potenza sono sufficienti per fare sorpassi in sicurezza e trasportare in modo adeguato la famiglia. E poi questo motore ha un particolare rombo che può risultare piacevole agli appassionati. La tenuta di strada è perfetta per un veicolo di queste dimensioni e funzioni. Se non si commettono esagerazioni assurde, quest’auto non farà mai scherzi. La frenata è un po’ morbida, ma è questione di farci l’abitudine. Il cambio manuale fa il suo dovere ed è ben affiatato con questo motore. Per quanto riguarda il comfort dato dall’assetto, questa è una vettura che non stanca. L’altezza da terra è ideale per le maledette strade urbane tutte buche e dossi, la rigidità è al giusto equilibrio per non risentirne nella schiena ma anche per garantire una stabilità adeguata. Nei percorsi sconnessi e sterrati, nonostante le sole due ruote motrici, se la cava in modo adeguato. Auto molto interessante per la famiglia e il tempo libero.

    Come di consueto per i modelli Suzuki, anche la S-Cross viene offerta in tre allestimenti: Easy, Cool e Top. L’allestimento Easy è riservato alla motorizzazione 1.0; Cool e Top alle 1.4 e diesel. Fra gli equipaggiamenti di serie per la versione Easy troviamo alzacristalli elettrici anteriori e posteriori, climatizzatore manuale, connessione bluetooth, volante multifunzione, cerchi in acciaio da 16 pollici. Cool aggiunge i cerchi in lega da 17 pollici argentati, i fari anteriori e luci diurne a Led, fendinebbia, la retrocamera, volante in pelle, sedili anteriori riscaldabili, specchietti riscaldati, display 7 pollici e duplicazione smartphone, climatizzatore automatico bizona, vetri posteriori oscurati, sensori pioggia. L’allestimento Top aggiunge rispetto al Cool i cerchi bicolore, il radar brake support, il navigatore con mappe tridimensionali, i sensori di parcheggio. Infine c’è una promozione per la S-Cross 1.0 Easy: fino al 30 settembre è offerta al prezzo di lancio di 15.190 euro. Inoltre, sempre fino al 30 settembre, il pacchetto opzionale Design-Tech (aggiunge spoiler posteriore in tinta con la carrozzeria ed estrattore argentato) verrà offerto al prezzo di lancio di 500 euro Iva inclusa. Anche per la S-Cross è compreso nel prezzo un corso di guida sicura di due giorni se in famiglia c’è un neopatentato.

    Benzina: Suzuki S-Cross 1.0 Boosterjet 111 cavalli Easy 2WD 18.990 Euro Suzuki S-Cross 1.0 Boosterjet 111 cavalli Cool 2WD 21.490 Euro Suzuki S-Cross 1.4 Boosterjet 140 cavalli Cool 4WD 24.490 Euro Suzuki S-Cross 1.4 Boosterjet 140 cavalli Top 4WD 26.090 Euro Diesel: Suzuki S-Cross 1.6 DDiS 120 cavalli Cool 2WD 24.190 Euro Suzuki S-Cross 1.6 DDiS 120 cavalli Top 2WD 25.790 Euro Suzuki S-Cross 1.6 DDiS 120 cavalli Cool 4WD 26.390 Euro Suzuki S-Cross 1.6 DDiS 120 cavalli Top 4WD 27.990 Euro Suzuki S-Cross 1.6 DDiS 120 cavalli Cool DCT 4WD 28.090 Euro

    1784

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI