Salone auto Detroit: tanti auguri

da , il

    Salone auto Detroit: tanti auguri

    Ricco e intenso di significati, quest?anno, il Salone dell?Auto di Detroit, innanzitutto perché festeggia il primo secolo di vita e, inoltre,per via di importanti e gustose novità sottolineate, al solito, dalla ricca platea di costruttori provenienti da ogni angolo del pianeta.

    E su questi presupposti che si insedia la grande sfida di almeno quattro grandi Case automobilistiche che si sfidano a colpi di nuovi modelli e interessanti novità; la prima, la Maserati con la sua Quattroporte automatica, densa di importanti novità, la seconda, la BMW Serie 3 Cabrio, l?innovativa lussuosa aperta che tanto interesse dovrebbe avere fra clienti vecchi e nuovi della Casa bavarese cui si insinua, fra due colossi, la piccola nuova Mini e l?altrettanto innovativa Smart, da poco riveduta e corretta.

    D?altro canto, proprio la Smart, assume importanza notevole proprio per il mercato statunitense, visto che è proprio quello che andrà ad occupare all?inizio del prossimo anno. In questo periodo, fra l?altro, il mercato americano è diventato quanto mai polo d?attrazione per i grandi Gruppi automobilistici europei, basti pensare che per la prima volta le icone storiche dell?auto, Maserati e BMW con i modelli appena descritti sono sulla rampa di lancio per imporsi nel difficile mercato d?oltreoceano.

    Ma le due Case non fanno altro che anticipare altre ricche novità rappresentate ancora una volta dall?Europa, con la sua nuovissima Porsche Cayenne e poi Cadillac con la CTS E Rolls-Royce con la Phantom Drophead convertibile.

    Anche l?Asia e in particolare l?Oriente, sfrutta la grande kermesse mondiale per far parlare di sé, lo fa Mitsubishi con la nuova Lancer e Hyundai col suo nuovissimo SUV di punta, il Veracruz e poi Lexus con la IS-F, Toyota con la Tundra CrewMax, Nissan con la nuovissima e promettente Rogue.

    Ma cosa fanno le marche che ?giocano? in Casa?

    Le solite americane, Dodge, Ford, Cadillac, Lincoln e Chrysler oltre alle proprie novità, lanciano la sfida con nuove vetture diesel, per le quali non si può dire che siano proprio specializzate e in mezze a tante nuove vetture, c?è spazio anche per le concept

    Novita’ interessanti non mancano dai costruttori locali, che ‘giocano in casa e danno sfoggio di tutte le novita’ 2007 destinate al mercato interno e non. Dodge, Chrysler, Ford, Cadillac, Lincoln, Chevrolet e molti altri si sfidano a colpi di cubature da capogiro a benzina. Mentre, Honda Accord Coupe’, Mercedes Ocean Drive, Volvo XC60, Chrysler Nassau, Nissan Bevel, Jeep Trailhawk, Hummer H4, Kia Kue, Mitsubishi Lancer Evolution X, Mazda Ryuga, Jaguar C-XF ed una berlina 4 porte Ford derivata dalla Mustang, ne sono l?esempio più eclatante di ciò che fanno le altre Case impegnate a Detroit, cui seguiranno, per quanto riguarda l?impegno dell?industria automobilistica mondiale nei confronti dell?ambiente, le proposte anche asiatiche, fra le quali citiamo la cinese Geely Automobiles, per la prima volta in terra ?straniera? con la sua Liebao, per quanto riguarda i prototipi e CS6 e CS7 per i due suv e ancora due pickup, la CY3 e CY6.

    Insomma, Detroit si conferma, ancora una volta, capitale indiscussa dell?auto e la ricchissima mole di modelli e di novità lo confermerebbe ancora di più.