Tata Nano: nata sotto una cattiva stella

Guai in vista per la Tata Nano

da , il

    Tata Nano

    Non si placano i problemi per la Tata, neanche dopo le rassicurazioni del suo patron, Ratan Tata, che aveva qualche mese fa, poco prima del debutto della celeberrima utilitaria,Nano, rassicurato gli animi degli indiani circa le sorti della produzione.

    Infatti, come si ricorderà, agli albori la Nano fu funestata da violenti scioperi e manifestazioni da parte delle maestranze che protestavano per i mancati accordi economici con l?azienda automobilistica che, oltretutto, a stare a sentire gli operai, non onorava neanche i pagamenti. Tanto fu forte la eco che derivò da questa incresciosa situazione che non mancarono i maligni che sostennero che la Nano costava così poco perché non si pagavano gli stipendi dei lavoratori.

    Adesso c?è dell?altro, l?Alta Corte di Calcutta ha rigettato l?istanza fatta da Tata al fine di provvedere all?edificazione dello stabilimento che, per quel che parrebbe, non disporrebbe delle adeguate autorizzazioni e dunque, altro stop per la produzione della Nano; insomma, sembra proprio che l?utilitaria indiana sia nata sotto una cattiva stella.