Motor Show Bologna 2016

Tata: previsti licenziamenti

Tata: previsti licenziamenti

Risultato, il colosso indiano sta valutando seriamente la possibilità di mandare a casa un certo numero di addetti con la speranza, da una parte di ridurre i costi, dall’altra sopportare meglio le minori entrate derivanti dal minore gettito rappresentato dalle vendite

da in Immatricolazioni Auto, Mercato Auto, Mondo auto, Tata
Ultimo aggiornamento:

    Jaguar XF

    Avevano probabilmente tirato un bel sospiro di sollievo le maestranze alle dirette dipendenze di Tata dopo che questa l’anno scorso aveva proceduto all’acquisizione da Ford degli storici marchi Land Rover e Jaguar, ma evidentemente i tempi duri per i dipendenti dei Gruppi automobilistici non era ancora finito.

    La stessa Tata aveva cercato di sfidare il mondo con quelle portentose acquisizioni e chissà, magari avrà anche fatto il cosiddetto passo più lungo della gamba se oggi si comincia a leccare le ferite rappresentate da una sonora perdita finanziaria, la prima così consistente negli ultimi otto anni di attività.

    Risultato, il colosso indiano sta valutando seriamente la possibilità di mandare a casa un certo numero di addetti con la speranza, da una parte di ridurre i costi, dall’altra sopportare meglio le minori entrate derivanti dal minore gettito rappresentato dalle vendite.

    Ammonterebbero infatti a duemila i posti di lavoro in meno che Tata avrebbe alienato negli ultimi tempi e non si esclude neanche la chiusura di almeno uno se non addirittura due stabilimenti della Casa automobilistica, ciò anche in considerazione del fatto che ognuna delle due aziende ha perso qualcosa come 150 milioni di euro.

    250

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Immatricolazioni AutoMercato AutoMondo autoTata

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI