Terrafugia Transition: l’auto volante è diventata realtà

L'auto volante Terrafugia Transition Roadable Aircraft è stata certificata dalla FAA

da , il

    L’auto volante è da moltissimi anni il sogno proibito di ingegneri e progettisti. Oggi questo sogno può considerarsi realtà. Negli Stati Uniti l’FAA (Autorità Federale per l’Aviazione) ha certificato la Terrafugia Transition Roadable Aircraft, il prototipo più funzionale e pratico in questo senso realizzato finora. Questo ibrido tra un’auto e un aereo potrà ora circolare liberamente nei cieli americani. L’ultimo permesso ottenuto dalla Terrafugia Transition è quello relativo al peso massimo al decollo, alzato leggermente fino a 650 kg per consentire l’introduzione di elementi tipici di un’auto, ma non di un aereo.

    Il processo di certificazione di questo veicolo speciale è stato particolarmente lungo: deve infatti essere omologato sia per la circolazione stradale che per il volo. E far convivere le due nature non è cosa né facile né scontata. Ma a quanto pare la Terrafugia è riuscita nell’impresa. E’ per questo che si sono dovuti inserire airbag e altri elementi di sicurezza, che hanno aumentato il peso del velivolo.

    La Transition, per coloro che ancora non la conoscono, è un aereo leggero con le ali ripiegabili, in grado sia di volare che di viaggiare su strada. E’ alimentata da un motore a benzina Rotax 912S che garantisce un’autonomia di 400 miglia nautiche (730 km) ed una velocità di 100 nodi (185 km/h). Su strada, la Transition è una due posti a trazione anteriore. La conversione richiede appena 30 secondi.

    Le consegne per questa innovativa soluzione per il trasporto personale inizieranno a partire dal 2011. Il prezzo è da supercar, 194.000 dollari, ma nemmeno il più potente bolide stradale può offrire le stesse possibilità dell’auto volante prodotta dalla Terrafugia.