Terremoto Giappone, salgono i prezzi delle auto nuove

I prezzi delle auto nuove potrebbero salire in seguito alle conseguenze del terremoto in Giappone, mentre potrebbero sparire le offerte speciali dalle concessionarie

da , il

    toyota giappone

    Il terremoto in Giappone ha causato gravi danni all’intera industria automobilistica del Paese. In seguito a questa catastrofe e alle conseguenti difficoltà di produzione e fornitura di componenti e parti costitutive, i prezzi delle auto nuove potrebbero crescere notevolmente nel corso delle prossime settimane. Una delle prime cose che potrebbero avvenire a livello delle concessionarie potrebbe essere la sparizione delle offerte speciali e degli sconti. Data la carenza di vetture nuove, inoltre, le auto con basso chilometraggio potrebbero conservare più a lungo il proprio valore.

    Citato da Autocar, l’analista industriale Ian Fletcher ha dichiarato: «Nonostante ci siano ancora scarse informazioni sull’estensione delle carenze nella fornitura, i rivenditori smetteranno di offrire riduzioni sui prezzi di listino soprattutto per le auto più richieste». Un’ipotesi confermata anche dall’analista John Wormald: «Le offerte speciali saranno annullate una volta finite le scorte».

    Le grandi case costruttrici giapponesi come Toyota, Honda e Nissan devono fare i conti non solo con la chiusura delle proprie fabbriche, ma anche con i problemi subiti dai produttori e fornitori di pezzi costitutivi e parti di ricambio. Le aziende sostengono di avere abbastanza scorte in magazzino per arrivare alla fine di aprile, ma che ci saranno problemi nei mesi successivi.

    Le conseguenze del terremoto e dello tsunami si faranno sentire con forza sull’industria automobilistica del Giappone soprattutto in un secondo momento, quando alla conta dei danni si sostituirà il calcolo dei costi e degli sforzi da sostenere per affrontare la ripresa.