Tesla Model 3: autonomia, prezzo e caratteristiche [FOTO]

La produzione della Tesla Model 3, secondo quanto dice Elon Musk, è stata avviata. A regime nel 2018 saranno diecimila esemplari alla settimana

da , il

    Secondo quanto ha affermato Elon Musk, la produzione della Tesla Model 3 è finalmente cominciata, dopo un anno e mezzo di chiasso mediatico e un numero spropositato di prenotazioni al buio. I primi esemplari tuttavia verranno destinati ai dipendenti, per un’ulteriore fase di test. Sempre secondo quello che viene annunciato, la produzione partirà da circa mille esemplari a settimana per arrivare ad inizio 2018 a circa diecimila esemplari a settimana. Le prenotazioni hanno superato i quattocentomila ordini, dietro versamento di una caparra restituibile di mille dollari. La carrozzeria della Tesla Model 3 sarà una berlina a due volumi di larga produzione, sempre in senso relativo. In Europa dovrebbe arrivare nel corso del 2018.

    AMPIA AUTONOMIA PER LA TESLA MODEL 3

    L’autonomia della Tesla Model 3, un’auto elettrica, è interessante, dichiarata in 345 km, con le batterie piatte sul fondo che permettono un’elevata abitabilità interna: 5 persone staranno comode, la promessa di Elon Musk. Non avrà la raffinatezza di certi aspetti tecnici che caratterizzano Tesla Model S e Model X, in particolare il pianale tutto in alluminio. Chiaramente non ci sono le portiere con apertura ad ali di gabbiano, ma resta comunque un bel tetto panoramico, tutt’uno con parabrezza e lunotto, schermato termicamente. L’architettura di base della Model 3 prevede una struttura in acciaio ad alta resistenza, dalla quale potrebbero nascere in futuro altri modelli. Una gamma strutturata intorno a un nuovo pianale, con un suv e una roadster delle quali si vocifera l’esistenza di un progetto.

    Il prezzo di Tesla Model 3 è fissato in 35 mila dollari per la versione base, comunque già molto ricca di contenuti, altra promessa di Musk. In Europa dovrebbe costare all’incirca 45 mila euro, con un solo motore al posteriore – ci sarà anche la variante integrale – e uno zero-cento da 6″ a sottolineare la sportività intrinseca. La berlina proporrà su tutte le versioni anche l’Autopilot, la guida autonoma, in determinate condizioni di marcia, inoltre sarà compatibile con le stazioni di ricarica rapida e gratuita Superchargers Tesla, attese in forte espansione già da quest’anno.

    Una delle novità più interessanti del progetto è l’aver spostato l’abitacolo in avanti, grazie all’assenza del motore termico. Sedili avanzati, più spazio per i passeggeri e una plancia ripulita di ogni tasto o strumentazione classica. Si fa tutto con lo schermo LG da 15″ al centro, anche il tachimetro è integrato sul display, nell’angolo superiore sinistro, il più vicino al volante.