Tolleranza per i grattini scaduti, vittoria delle Associazioni

da , il

    Grattino

    La delibera comunale che introduce l’avviso bonario è stata adottata all’unanimità. E’ avvenuto a Lecce dove i grattini da utilizzare per le auto in sosta erano i più cari secondo le proposte della SGM (Società Gestione Multipla). Immediata la reazione del Movimento Difesa del Cittadino di Lecce che precisò in una nota: “Se questa è la proposta di SGM molto meglio sarebbe prevedere nel regolamento che l’Amministrazione Comunale andrà ad adottare che i cittadini possano integrare il grattino scaduto entro 20 minuti e che solo dopo tale lasso di tempo potrà essere elevata la contravvenzione”, come ci riporta Help Consumatori.

    Il Movimento aveva avanzato nel gennaio 2004 la proposta di introdurre l’avviso bonario. Vi erano state due riunioni tra SGM. Comune ed Associazioni dei Consumatori e sui giornali era addirittura apparsa la notizia che la situazione si potesse risolvere in breve tempo, ma poi a marzo 2004 il tavolo di trattativa si era interrotto senza nessuna conclusione positiva della vertenza.

    La vertenza SGM è andata avanti, con toni talvolta accesi – ricorda Luigi Mariano, responsabile della sede MDC – per tutto questo tempo ed ora pare proprio che si sia arrivati ad una sua soluzione positiva. Ringraziamo tutti i Consiglieri Comunali di Lecce, a qualunque partito o gruppo consiliare appartengano. Ora ci vorranno i tempi tecnici (60 giorni circa) perché la SGM predisponga l’adeguamento del servizio, la cartellonistica e le necessarie comunicazioni all’utenza ed i cittadini leccesi potranno evitare la multa pagando entro il termine di 48 ore la penale prevista in € 5 o € 10 a seconda della zona tariffaria.

    Come sempre la nostra associazione – conclude Mariano – resta a disposizione dell’Amministrazione Comunale, della SGM e del Presidente della Commissione Traffico, se riterranno di consultarci, per superare insieme ogni e qualsiasi difficoltà e, comunque, sin da ora chiediamo un incontro, da tenersi entro il mese di febbraio 2007, per verificare insieme l’efficienza del servizio e concordare, se sarà necessario,eventuali aggiustamenti.