TomTom rivela gli autovelox..

TomTom rivela gli autovelox..
  • Commenti (116)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

autovelox

Pensate sia difficile fregare una volta per tutte l’autovelox, ritenete che dobbiamo essere sempre noi le vittime designate di queste infernali apparecchiature? No, da adesso non sarà più così.

Almeno a sentire la “Tom Tom“, un’azienda specializzata in navigatori satellitari che, col suo Tom Tom Plus, ha inventato il primo servizio in grado di scovare l’autovelox ovunque esso si annidi.

Il fine, per l’azienda, dovrebbe essere nobile, incoraggiare la guida prudente una volta saputo, a priori, dove sono allocati gli autovelox, da un lato ed evitare, dall’altro, di incorrere in multe pesanti e tutto ciò che consegue ad esse.

Nobile! Iniziativa, non c’è che dire…. anche solo considerando il fine, non del tutto disinteressato dell’azienda leader nel campo della navigazione, che consente ai possessori di TomTom GO 300, 500 e 700, TomTom ONE, TomTom RIDER, TomTom MOBILE e TomTom NAVIGATOR di scaricare sul proprio dispositivo i file da dove ricavare le informazioni riguardanti i siti dove sono posti, entro l’intera rete viaria italiana, gli autovelox.

Con questo nuovo servizio TomTom trasforma l’esperienza di navigazione, non limitandosi a guidare semplicemente gli automobilisti da un punto ad un altro“, ha affermato Harold Goddijn, direttore generale di TomTom. “Sono già stati individuati parecchi autovelox, scaricabili dal sito web di TomTom PLUS: www.tomtom.com. Con le informazioni sempre aggiornatissime, TomTom offre ai propri utenti un’esperienza di navigazione ancora più personalizzata.”

Il costo del servizio, 39,95 euro per scaricare il download dal sito: www.tomtom.com
Inutile dire che il servizio offerto dall’azienda è sofisticato e, soprattutto, continuamente aggiornato in tempo reale, cosa che non si potrebbe avere con le semplici cartine stradali che vengono immediatamente superate, mentre il servizio della Tom Tom, viene aggiornato ogni mese. Ma se, nonostante tutto, qualcosa dovesse sfuggire all’occhio attento di Tom Tom, l’azienda invita coloro che sono venuti a conoscenza di un autovelox nato come un fungo da un giorno all’altro, di comunicare la scoperta mediante l’apposito forum al sito web soprariportato.

A questo punto una riflessione nasce spontanea; atteso che l’autovelox, come è stato dimostrato, serve a far rimpinguare le casse dei Comuni, mentre servirebbe a poco agli automobilisti, ai fini della sicurezza; atteso che i ricorsi ai tribunali di tutt’Italia abbondano circa la validità o meno delle sanzioni elevate tramite autovelox e, considerato che, come oggi abbiamo scoperto, grazie agli autovelox, si sta creando una vera e propria industria fra chi ha scoperto il modo di individuare questi dispositivi,perché non pensiamo seriamente di abolire tali strumenti di rilevazione dell’infrazione, visto che a pagare è sempre e soltanto il cittadino?

475

Vedi anche:

Peugeot Exalt al Salone di Pechino

Guarda il video della nuova Peugeot Exalt, la nuova elegante coupé che verrà svelata per la prima volta dal vivo al prossimo salone dell'auto di Pechino. Siamo di fronte ad un bellissimo concept, che riprende in diversi dettagli quello famoso della casa del Leone di nome Onyx di qualche tempo fa.

FacebookTwitter

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Gio 23/03/2006 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Stefanelli Paolo
Stefanelli Paolo 5 aprile 2009 14:44

spero che si migliori sempre di più

Rispondi Segnala abuso
Doctor 9 marzo 2010 19:30

Cosa si sapeva Maicol??
Non ho capito..
Sei tu che gestisci e sai il tutto o cosa??
Mi lamentavo solo del fatto che prendono dei soldi (oltre al dispositivo) per segnalare gli autovelox e poi questo non funziona!
cmq x tua info sono stato attento…non ti preoccupare.
Tu l’hai mai provato?
Hai il tom tom?
Hai il servizio autovelox?

Rispondi Segnala abuso
Maicol 9 marzo 2010 23:24

Caro Doctro, quelle che dici sono cose che i più esperti già conoscono, forse tu non lo sei, o non sei stato attento, anche se ti spacci per tale. E queste cose te le dice uno che l’ha provato, ha il tom tom e anche il servizio autovelox. fidati!

Rispondi Segnala abuso
Doctor 10 marzo 2010 19:14

Vabbè…allora fatevi un sito solo per esperti e parlate solo tra di voi!
Dovrei stare attento??
ho comprato tom tom proprio per guidare senza l’ansia dell’autovelox..ma vedo che non serve a niente.
Punto
Saluti all’espertone…

Segnala abuso
Silvio 10 marzo 2010 19:52

adesso non farec così doctor, cerchiamo un attimo di ragionare e capire qualcosa di più. e comunque voi non fate gli espertoni che sanno tutto, siate più rispettosi!

Segnala abuso
Giovanni 25 settembre 2010 17:48

Spero che a qualcuno possa servire quanto sto pubblicando sul web
http://www.webbusiness.it/cds/index.htm
ciao

Rispondi Segnala abuso
Amedeo 17 settembre 2011 23:44

sono un signore tutte le mttine mi alzo alle ore5 faccio 50 km per andare a lavorare e questi signori si accaniscono versso gli automobilisti sono delle canaglie non sanno più cosa rubarci si vergognino ci vorrebbe una rivolta popolare e ghigliottinare tutti questi parassiiti

Rispondi Segnala abuso
GiovanniFF 19 settembre 2011 00:09

vorrei che l’egregio Alex spiegasse quali sono questi limiti, dato che è norma comune delle P.A. di posizionare sia i fissi, sia i mobili, su strade dove è impossibile rispettarli perchè le velocità locali predominanti sono ben superiori a quanto TUTTI dovrebbero andare.
Ormai è risaputo da tutti che sono delle Gabelle feudali di passaggio e ognuno di noi prima o poi dovrà pagarle a qualche P.A.
Gli autovelox possono fare sicurezza solo in un modo, ma non piace alle P.A. perchè non è remunerativo e anzi si incentivano i gendarmi per sanzionare il puù possibile.
Poi, detto tra noi, come si può pretendere dai gendarmi la trasparenza dell’appostamento e regolarità della rilevazione, se il loro DNA è da sempre educato all’occultamento per cogliere in flagranza di reato i trasgressori?
La legge cozza con i principi di chi la applica, i GdP fanno orecchio da mercante e se anche le leggi ci tutelano, alla fine anche se le rilevazioni sono fuori legge a pagare sono sempre gli stessi.
Tutto cioè è perfettamente coerente con quello che accade giornalmente nel nostro Paese.
La pazienza ha un limite e tra poco vedrete che scoppierà la rivoluzione.

i tom tom rilevano solo i fissi, per i mobili c’è il sito della Polizia di Stato che pubblica giorni e luogi degli appostamenti, ma uno nn è che può stare sempre attaccato al PC.
Poi ci sono i giorni a fantasia dei vari Comuni…E’ UNO SCHIFO GLOBALE.

Rispondi Segnala abuso
Gianco 3 maggio 2012 01:02

sono stato multato perchè sono passato con il semaforo rosso con € 220,58 di multa compreso il supplemento notturno erano le ore 1,45 di notte, e 6 punti sulla patente,ma la fregatura sta nel tempo di passaggio, 3 secondi e 20 millesimi per passare dal verde al rosso, una vera vergogna. se avessi frenato bruscamente per fermarmi in quel brevissimo tempo sicuramente sarei stato tamponato dal veicolo che mi stava dietro.Queste multe sono furti fatti in nome della legge.”quale legge?”

Rispondi Segnala abuso

« Precedente 1 2 3

Seguici