Toyota Elzeviro, proclamata Auto dell’Anno ’2020

Toyota Elzeviro, proclamata Auto dell’Anno ’2020
da in Auto 2008, Auto Ibride, Auto nuove, Toyota
Ultimo aggiornamento:

    La Nuova Toyota Elzeviro

    In anticipo di ben 14 anni, è stata proclamata auto dell’anno 2020, da una nutrita schiera di esperti accorsi da tutto il mondo, la Toyota ElzeViro.

    La motivazione, per un premio rilasciato con larghissimo anticipo rispetto ad una data tanto lontana, è esclusivamente quella di aver potuto focalizzare l’attenzione di tanti entro ben definiti parametri che tenessero conto delle innovazioni, delle prestazioni, del prezzo e delle prenotazioni fin adesso avute per aggiudicarsi l’interessantissima vettura.

    Parliamo infatti di un’auto da pochissimo lanciata sul mercato ad un prezzo del tutto concorrenziale, meno di 15.000 euro, comoda per quattro persone, dalla linea accattivante, che ha un’autonomia di oltre 800 chilometri e che raggiunge una velocità massima di oltre 170 chilometri orari.

    Di fatto, sembrerebbe priva di concorrenza reale da parte delle altre Case automobilistiche. Ma, fatto saliente, funziona con un sistema di celle a combustibile, fuel-cells, ovvero costituiti da sali quali i nitruri di iodio metalidrati. Ad entrare nella costituzione di questi sistemi, l’apporto congiunto di due grandi aziende, la giapponese Toyota e l’italiana FIAMM, cui ha collaborato anche il Politecnico di Milano.
    Nel DNA della Elzeviro, ritroviamo la Prius, al quale, il modello di cui parliamo, si è ispirato, esso consiste di quattro motori, uno per ruota, con recupero dell’energia dispersa in frenata , l’auto ha trazione permanente con pneumatici di nuovissima concezione che ben si adattano ad ogni tipo di percorso, anche il più accidentato.

    E…. le Stelle non stanno a guardare,
    parrebbe di capire da parte delle altre Case automobilistiche che si sentono minacciate da una concorrente agguerrita come è la Elzeviro. ”..Sapevamo dei piani Toyota ma non pensavamo ad una messa in vendita di vetture di questo tipo così presto, ora dovremmo correre di più per recuperare il tempo perso..”; queste le dichiarazioni, a caldo, del portavoce Fiat, Borromeo, gli stessi patemi che hanno coinvolto Chrysler, BMW e la cinese Zu-Tha, impegnati in un progetto comune per la costruzione di una vettura che possa contrastare il percorso della Elzeviro, ma c’è ancora troppa distanza con quest’ultima auto.

    Bella mossa giapponese dunque, bella scommessa per il futuro, bei ringraziamenti avuti anche da parte di Toyota all’Italia con la scelta del nome Elzeviro, che in giapponese ha un significato del tipo: grazie Italia, mentre, etimologicamente, (EL)ectrical (ZEV) zero-emission-vehicle, palesa, le caratteristiche complessive della vettura, elettrica e a zero emissioni inquinanti.

    Bravissimi i giapponesi e gli italiani tanto uniti in uno strabiliante progetto comune portato a compimento.

    490

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2008Auto IbrideAuto nuoveToyota
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI