Trapster: il cellulare che “spia” l’autovelox

Trapster: il cellulare che “spia” l’autovelox

Trapster: il cellulare che "spia" l'autovelox

da in Accessori auto, Codice della strada

    L’autovelox non piace proprio e tutti i sistemi sono buoni per sfuggire al controllo, a suon di multe, del famigerato sistema elettronico di controllo della velocità e, così, dopo il dispositivo che si montava in auto e che avvertiva della presenza del rilevatore, successivamente ritenuto illegale, ecco adesso il cellulare “spia”.

    Si chiama “Trapster” e viene dall’America dove, un inventore americano ha avuto la felice idea, quasi certo che se l’avesse esportata in Italia avrebbe fatto affari d’oro e, in effetti, le premesse per questo business ci sono tutte, basterà acquistare l’apparecchio che consta di un database interno che si aggiorna continuamente, dopodichè, appena avvistato l’autovelox, la “spia” viaggiante emette un sibilo che avverte della presenza del rilevatore di velocità.

    I dati custoditi circa la rilevazione effettuata, però, durano solo un ‘ora, dopodichè, “Trapster”, ne rileverà degli altri, inseguendo gli autovelox che, come si sa, vengono spostati di continuo.

    198

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori autoCodice della strada
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI