Tutor Autovelox: aggiunti altri 1.500 dispositivi

Tutor Autovelox: aggiunti altri 1.500 dispositivi
da in Autovelox e Tutor
Ultimo aggiornamento:

    Un cartello del Tutor

    Sarà anche più elastico dell’Autovelox, il Tutor Autoveloxche calcola la velocità media in autostrada delle auto, ma di brutte sorprese ne elargisce quanto e più dell’autovelox stesso e il sapere che i nostri viaggi autostradali saranno controllati da questa diavoleria elettronica il giorno e la notte, col sole o con la pioggia, non farà stare del tutto tranquilli gli automobilisti, anche considerando il fatto, che, se prima erano 500 a fotografar le auto, adesso sono in 1.500 ad immortalarle.

    E così, sarà utile sapere che nel tratto autostradale fra San Vittore e Caserta, Colleferro-Frosinone e Colleferro-Valmontone, Cerignola-Taranto e, ancora nei tratti autostradali della A24, A25 e man mano sempre di più, sono già stati istallati.

    Si alzerà la già alta media di contravvenzionati da Tutor, ma di contro, si aumenterà la sicurezza, almeno così dicono le statistiche, se si può stabilire che, laddove c’è un Tutor, la velocità scende di dai 16 ai 23 km/h .

    “Se lo scopo dei Tutor posizionati da Autostrade per l’Italia in alcuni tratti della rete – spiega infatti Giordano Biserni dell’Asaps – era quello di far abbassare la velocità media e quindi la sinistrosità, l’obiettivo è stato raggiunto, ora si tratta di vedere come consolidarlo o non vanificarne l’energia iniziale”.

    Insomma, con buona pace degli automobilisti contrariati da tutti quei sistemi che li obbligano, di fatto, a diminuire la velocità, servirà sapere che, laddove c’è istallato un Tutor gli incidenti sono diminuiti, in otto mesi, del 22,19% con una percentuale in meno di feriti del 23,21% e meno morti per il 38,05%, insomma, meglio di così?

    308

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Autovelox e Tutor
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI