Una sosta in Autogrill e si evita un incidente

Un consiglio che conviene ascoltare

da , il

    Autogrill

    “Il 60% degli incidenti in autostrada potrebbe essere evitato da una sosta. E in particolare per gli incidenti mortali la sosta diventa il momento della sicurezza”. Lo ha affermato Giuseppe De Rita Segretario Generale del Censis presentando il dossier sulla sicurezza realizzato in collaborazione con Autogrill., come riposrtato da Help Consumatori.

    Secondo la ricerca, il 15% circa degli incidenti e dei feriti in autostrada, e circa il 20% delle morti probabilmente potrebbero essere evitati grazie all’interruzione del viaggio e al ripristino delle condizioni ottimali connessa a una sosta adeguata. Inoltre per una quota aggiuntiva di infortuni (il 41%) e di conseguenze lesive (43%) o mortali (29%) si può stimare un effetto di riduzione del numero di casi tramite un’opportuna sosta. Un segnale positivo arriva dal calo (-13,7%) degli incidenti in autostrada nel quinquennio 2001-2005 con un calo del 24,9% di quelli mortali e un calo del 9,9% di quelli con feriti. Tutto questo a fronte di un incremento del traffico veicolare sulla rete (+8,6%).

    Durante la conferenza stampa di presentazione del dossier è stato anche reso noto il progetto di Autogrill in collaborazione con il Censis “pit stop della sicurezza” per rendere più sicuri i viaggi degli italiani in autostrada. I viaggiatori che si fermeranno nelle aree di sosta Autogrill potranno compilare un test di autovalutazione della loro predisposizione al rischio: uno strumento di informazione e sensibilizzazione rispetto alla sicurezza stradale.

    A chi consegnerà il questionario compilato alla cassa verrò offerto un caffè. Il test si aggiunge ai numerosi servizi per gli utenti delle autostrade che possono contribuire in modo positivo sia alla sicurezza delle persone sia a quella dei mezzi di trasporto. In particolare in corrispondenza dell’esodo e controesodo estivi, Autogrill ha rafforzato i presidi medici e di sicurezza: sono state predisposte autoambulanze in 27 aree di servizio (46 siti) in punti nodali della rete autostradale, con personale paramedico per il primo soccorso e per la misurazione della pressione; in 26 aree saranno presenti guardie giurate all’esterno e all’interno dei locali, con automezzo identificato e collegamenti radio con le centrali operative.

    A questi si aggiungono altri servizi: quelli dedicati ai bambini, con aree di intrattenimento e baby room; il Trucker Club per i camionisti in 19 aree di servizio, con parcheggi videosorvegliati, schermi con programmi satellitari e docce gratuite; il Bikers Club in 12 aree, con parcheggi coperti e videosorvegliati con pavimentazione anti-affondamento; il FidoPark (17 aree), per l’accoglienza degli animali domestici; i menu per celiaci (10 aree) e la videoinformazione (49 aree) con schermi dedicati all’attualità e allo sport.