by

Utilitarie: ecco le più economiche

    Avete intenzione di acquistare un’utilitaria ma avete intenzione di risparmiare quanto più possibile? Potrete farlo, se la vostra scelta si orienterà verso modelli di prima generazione che pur essendo state aggiornate con modelli di ultima generazione restano ancora sul mercato dell’auto nuova.

    Le utilitarie economiche

    Ce n’è per tutti i gusti, sono le utilitarie che per il fatto di essere state sostituite da modelli più recenti pur rimanendo nel circuito commerciale costano sensibilmente meno ma vanno ancora benissimo.

    La coreana in auge

    A circa sette anni dal debutto sta per andare in pensione la Hyundai Getz a favore della i20 ma ha ancora tanto da dire e se la scegliete adesso strapperete uno sconto dal concessionario. E’ disponibile sia a tre che a cinque porte con motori sia a benzina che diesel i primi con 66 cavalli di potenza fino a 97 ed un risparmi oso TD da 86 cavalli con prezzi che partono da 9.900 euro.

    La “francesina” sempre più pestifera

    Quando uscì la Peugeot 206 spopolò soprattutto fra i giovani, reduce dal successo della 205, ancora adesso piace, tant’è che se ci si reca presso le concessionarie Peugeot la si può ancora trovare fra le auto nuove a far bella mostra di sé.

    Parliamo di una riuscitissima 3 e 5 porte con un motore turbodiesel da 1.400 cc. di cilindrata e 68 cavalli di potenza ed un 1.400 benzina da 75 cavalli. Buoni i consumi ed i prezzi che partono da 11.700 euro.

    La inossidabile francese

    Non sarà il massimo della moda e della modernità, ma, come dice il suo stesso nome la Clio ha ancora una storia da raccontare parliamo infatti della Renault Clio Storia.

    La si può avere solo a 5 porte con motori benzina e turbodiesel ed una versione a GPL. Chi si accontenta gode, si direbbe, perché chi comunque compra quest’auto pagando poco meno di 10.000 euro in versione base non vi trova neanche il servosterzo.

    Per chi vuol risparmiare ancora di più

    La si può avere a benzina o diesel o, ancora, con impianto GPL o a metano; insomma, le possibilità sono molteplici con Tata Indica la cui versione base costa davvero poco ma spendendo qualcosina in più, si può avere anche la versione con climatizzatore, insomma una semi low cost e per un’auto del genere non è poco, visto che sarà low cost quanto si vuole ma la Tata Indica ha ancora molto da offrire.


    Certo, difficile immaginare che chi guida una Tata Indica si emozioni come di fronte ad una supersportiva ma è il prezzo da pagare per una scelta economica come quella di chi acquista una Indica, che ha dalla sua la robustezza e la versatilità e, soprattutto il prezzo, poco più di 8.500 euro.

    L’utilitaria si fa per dire…..

    Di utilitaria ha davvero poco, soprattutto in fatto di dimensioni, ma è una vettura ben riuscita anche se dalla linea abbastanza datata; parliamo di Kia Rio, una 5 porte comoda, con tre motori a disposizione, due benzina ed uno diesel, tutti ben riusciti con un numero di cavalli di potenza a disposizione poco sotto i 100 . Chi vuole può sceglierla anche con cambio automatico. I prezzi sono davvero interessanti, poco sopra gli 11.000 euro.

    La proposta italiana

    Anche Fiat non si sottrae alla proposta di una vettura un po’ datata e superata ma che va senz’altro ancora bene; parliamo di Fiat Punto Classic.

    La vettura, per i motivi sopra descritti, ha ancora tanto da offrire, un buon motore a benzina da 60 cavalli di potenza e la si può avere anche a metano ed un moderno propulsore di 1.300 cc. di cilindrata Mutijet da 69 cavalli di potenza. Discreti gli interni, tuttavia surclassati dalla Fiat Grande Punto, tuttavia per la Classic l’abitacolo è ampio e confortevole per una 3 o 5 posti, a scelta, che costa poco più di 11.000 euro.

    Le altre

    Occhio anche alle altre, un momento di attenzione riguarda la Honda Jazz, la piccola monovolume a 11.000 euro, ma analoga attenzione andrà riservata alla Mitsubishi Colt comoda e spaziosa a 11.600 euro, così come occhio andrà rivolto anche alla Skoda Fabia che di tutte, pur essendo la più nuova, in Italia stenta a decollare e per questo viene proposta a circa 10.000 euro. Dunque, Skoda Fabia a parte, se optate per un a vettura di non recentissima presentazione, il risparmio è la cosa più certa di cui vi accorgerete, dunque, tenete queste auto a lungo perché le quotazioni tenderanno a scendere in picchiata molto presto, anche a pochi mesi dall’acquisto.