Motor Show Bologna 2016

Utilitarie più belle in vendita sul mercato in Italia, la classifica [FOTO]

Utilitarie più belle in vendita sul mercato in Italia, la classifica [FOTO]
da in Auto nuove, Classifiche auto, Mercato Auto, Utilitarie
Ultimo aggiornamento: Domenica 10/01/2016 21:57

    Le utilitarie sono le più diffuse auto in circolazione nel nostro Paese. Alcune pensano solo alla praticità, altre puntano solo sul prezzo. Ma ce ne sono diverse che sono anche piacevoli da guardare, nonostante la loro compattezza. Tracciamo quindi una lista delle dieci utilitarie più belle vendute nel mercato italiano, secondo un criterio del tutto basato sul gusto personale, circoscritto ai modelli di segmento B, quindi lunghezza di poco superiore ai quattro metri, indipendentemente dal tipo di carrozzeria o dalla fascia di prezzo. L’ordine è alfabetico per marca, poiché la bellezza non può rientrare in una graduatoria oggettiva.

    In qualunque segmento, in ogni categoria, quando si compila una lista di auto belle, la presenza di un’Alfa è praticamente obbligatoria. Anche nel settore utilitarie. Non importa la tecnica, non è decisivo il prezzo. L’Alfa Romeo Mito, anche nella sua struttura compatta, possiede nelle sue linee quel dinamismo armonioso impresso nel Dna delle vetture che portano scudetto e biscione da più di un secolo.

    Guardandola fa venire voglia di correre. Le sue piccole dimensioni la fanno sembrare ancora più scattante. Sportività e bellezza in salsa tedesca, sia dentro che fuori. Quattro anelli a tutta birra per l’Audi A1.

    Posteriore originale, profilo movimentato, anteriore filante, interni giovani. La Citroën C3 è una delle compatte più intriganti in circolazione oggi. Caratteristiche ereditarie per questa casa che ha sempre saputo guardare un po’ più avanti.

    Da un marchio che fa dell’evoluzione nello stile il proprio cavallo di battaglia non ci si poteva attendere altro anche nel suo modello più piccolo. La DS 3 si riconosce anche a grande distanza, cosa che oggi non si può dire di molte macchine. Il muso esprime personalità, il profilo suggerisce dinamismo, il posteriore decisione, gli interni sofisticatezza.

    Sebbene porti lo stesso nome, la X non ha quasi nulla in comune con la 500 di base. Crossover di segmento B e di dimensioni molto estese, riesce nell’impresa non facile di non somigliare troppo ad un fuoristrada. Ne guadagna l’aspetto. Soprattutto di profilo, la Fiat 500 X mantiene una certa armonia nelle linee che la rende attraente.

    Fra i tanti pregi, la Ford Fiesta aggiunge anche quello della piacevolezza nell’aspetto. Guardandola di profilo non sembra piccola, tanto è slanciata la sua linea. Davanti regala un’idea di velocità e sportività. Dietro è vivace, dentro è pulita.

    Da qualche anno non esistono più Hyundai brutte, tutt’altro. Merito soprattutto delle idee nel design infuse da Peter Schreier. Così anche la Hyundai i20 è bella da vedere, interessante, attraente. Di profilo è agile, davanti è dinamica, dietro fa pensare alla versione da rally. E dentro troviamo la precisione coreana che ti fa sentire a casa.

    Bellezza francese di gusto quasi italiano. La Peugeot 208 ha forme arrotondate che infondono armonia ma dietro è nervosa e scattante, mentre dentro è moderna e accogliente. Tra le migliori della categoria.

    L’attuale compatta francese che porta lo stemma della losanga cattura lo sguardo con una certa aggressività, espressa nelle linee frontali. Di profilo regala una forma di sportività, d’altra parte questo corpo vettura ha una lunga tradizione cattiva che risale alla 5 GT Turbo. La Renault Clio di oggi è bella da vedere.

    Le giapponesi oggi diventano sempre più intriganti. Con la Toyota Yaris non c’è nemmeno bisogno di spendere un capitale. Davanti è decisa, di profilo è armoniosa, dietro è pulita e dentro è accogliente.

    724

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI