Vauxhall Insignia, il futuro prossimo venturo

Vauxhall Insignia, il futuro prossimo venturo

Un progetto ambizioso per un'auto dalle caratteristiche uniche, ma, a quanto pare, poco realizzabile

da in Concept Car
Ultimo aggiornamento:

    Una concept interessante, questa della Vauxhall, al di là della possibilità, che ha, più o meno avuto, di imporsi nello scenario automobilistico. Parliamo della Insignia, costituita da un design dinamico e moderno dove, indiscutibili, sono state le innovazioni di cui si è dotata. Per esempio, come non notare l’accessibilità affidata a delle portiere scorrevoli che limitano quasi del tutto gli ingombri esterni. Anche la disposizione delle luci, affidata ad appositi led interni, introduce il ruolo, da poco concepito, dei punti di illuminazione interna all’auto per conferire benessere assoluto a tutti gli occupanti.

    Insignia, si colloca in quel segmento a metà strada fra la berlina e il coupè e, anche in questo, manifesta un elevato concetto di modernità, riscontrabile nella recente produzione di tante altre Case automobilistiche, ovvero stare in una fascia costruttiva che goda dei vantaggi del segmento ascritto alle berline e, dunque, ai coupè.

    Insignia è progettata per quattro persone, ma un’altra peculiarità di quest’auto sta nel fatto di aver previsto, da parte del costruttore, la possibilità di trasformare il già grande vano di carico, in un’unica grande area, data dall’abbattimento dei sedili posteriori, senza soluzione di continuità e del tutto automaticamente.

    Per quanto riguarda la strumentazione, il design di questa, è caratterizzata da un’estrosità dai tratti futuristici, come, ad esempio, le manopole caratterizzate da led luminosi che le contornano, oltre al particolare design degli stessi comandi. Per garantire l’accessibilità, si prevede, come detto, lo scorrimento delle portiere e la disposizione di apertura del tipo definito a pantografo, stessa cosa avvenuta anche al portellone posteriore.

    E, in fatto di accessibilità, l’eventuale proprietario di Insignia non dovrà neanche toccare le maniglie, per altro a scomparsa, della vettura, ma verrà riconosciuto da un radar e l’auto sbloccherà le serratura avvicinandosi semplicemente ad essa, mediante messaggi vocali, come avviene anche per l’avviamento della vettura stessa.

    Infine, una nota sul propulsore montato su quest’auto; parliamo di un nuovissimo motore interamente in alluminio di produzione GM a 8 cilindri capace di ben 344 cavalli che consente alla vettura di sfiorare i 300 Km/h di velocità massima con un’accelerazione, da 0 a 100 orari in meno di 6 secondi, per una trazione posteriore dalle ottime doti di stabilità e di tenuta che, in ogni caso, farebbe veramente piacere veder circolare per le strade.

    404

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Concept Car
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI