Vauxhall Trixx, testimone di un’auto mai nata

Un'occasione persa, una city-car versatile a bassissimi consumi

da , il

    Vauxhall Trixx, testimone di un’auto mai nata

    Non è un progetto recentissimo, quello a suo tempo portato avanti dalla Vauxhall con la sua concept Trixx, una city car, che nelle mire del costruttore, doveva risolvere i problemi del traffico dei cittadini e dell’inquinamento stesso nelle grandi città.

    Si trattava di un 3 posti più 1 d’emergenza e, pertanto, anche da questo punto di vista, abbastanza comoda e versatile in città se si considera che abbattendo quel posto aggiuntivo posteriore, l’area di carico aumentava notevolmente.

    Inoltre, Trixx, aveva in sè, interessanti soluzioni atte a migliorare l’accessibilità al suo interno, compresa la possibilità, per nulla trascurabile, di limitare al massimo gli ingombri interni, vedasi, per questo, l’interessante apertura e chiusura delle portiere affidate ad un comodo motore elettrico che azionava gli sportelli facendoli scorrere all’interno di apposite guide. Soluzione, quest’ultima, adottata recentemente in altre auto di moderna concezione. Anche il proppulsore era degno di nota, se si considera che parliamo di un 1.300 cc. diesel, commonrail, dai consumi ridotissimi.

    Altra interessante accorgimento era il sedile posteriore gonfiabile al bisogno e che, all’occorrenza, poteva ospitare un bambino, in mancanza del quale, come detto, lo spazio occupato da questo speciale sedile andava a tutto vantaggio della facilità di carico. E, infine, anche accanto al sedile del guidatore, quest’ultimo, aveva la possibilità di operare una sorta di scomparsa del sedile del passeggero quando non serviva, per godere del massimo spazio per sé, aumentando di molto il confort complessivo.

    Insomma, una vetturetta dagli spunti interessantissimi che ci sarebbe piaciuto vedere presto in strada, non foss’altro per dare quella soddisfazione a chi l’ha progettata con impegno e dedizione, nella soluzione di uno dei problemi più importanti delle metropoli; il traffico e, che invece,vediamo e, soprattutto vedremo in strada, solo in alcune sue componenti più importanti, polverizzate in una miriade di altre auto, con lo stesso fine prefisso e mai attuato, da Trixx