Vendite Auto, l’Italia fra i primi Paesi Europei per numero di abitanti

Vendite Auto, l’Italia fra i primi Paesi Europei per numero di abitanti

Ma possedere l'auto, è sempre segno di ricchezza?

da in Auto nuove, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Traffico Urbano

    Se il possesso dell’auto, significasse ricchezza, in Europa, i più ricchi dovrebbero essere i lussemburghesi.

    Gli abitanti di questo piccolo Stato del Nord Europa, infatti, hanno comprato un’auto nuova ogni 31 abitanti, nei soli primi tre mesi dell’anno. Un po’ come se la popolazione del Lussemburgo, cambiasse auto anche più volte all’anno o, paradossalmente, conseguissero la patente di guida anche i minorenni.

    Ma spulciando la classifica che esamina anche gli altri Stati dell’UE, vediamo che le sorprese non mancano, la piccola Irlanda, ha una percentuale di auto molto alta, 1 vettura nuova acquistata ogni 43 abitanti, cui segue il Belgio con una ogni 58 abitanti.

    Ma se la densità di automobili resta alta in Paesi che godono, tutto sommato, di un benessere economico elevato, stupisce vedere l’Italia, teatro di una fra le più grandi crisi economiche degli ultimi decenni, piazzarsi al 4° posto di questa sorta di classifica, con un’auto nuova ogni 82 abitanti, pur in un lasso temporale tanto breve.

    La classifica prosegue con il Regno Unito con un rapporto di 1/89, l’Olanda con 1/101, la Germania con 1/103 e questo dato fa riflettere sulla difficile congiuntura economica che ha investito anche i tedeschi, detronizzando la Nazione dalla posizione alta della classifica del benessere a quella più centrale dietro Paesi, sicuramente economicamente, meno progrediti.

    L’Austria, invece, si colloca ottava in classifica con una vettura ogni 104 abitanti e a seguire, di poco, la Spagna, con un rapporto di 1/111, poco prima della Francia, con 1/114, cui segue la Finlandia con 1/119, la Grecia con 1/146, la Svezia con 1/147, la Danimarca con 1/152 e, infine, ultimo in classifica, il Portogallo, con 1/202. La media europea è di 1 auto su 99 abitanti.

    Tornando all’Italia, fa impressione veder svettare il nostro Paese nella parte alta della classifica e ciò ci induce a riflessioni. Una per tutte, la tendenza di rimandare l’acquisto dell’auto nuova, ai primi mesi dell’anno successivo è un fenomeno tutti italiano, cosicché, se questa indagine avesse preso in esame i mesi centrali dell’anno, probabilmente, questo balzo in avanti non ci sarebbe stato.

    Ma c’è un altro dato che conviene prendere in esame e riguarda la facilità dell’acquisto di autovetture nuove, spinta dalla politica finanziaria ad opera di banche e di finanziarie di marca, grazie al credito al consumo. Bassi tassi, rateizzazioni lunghe, tempi di accoglimento e di erogazione del credito velocissimi, poche formalità e l’auto viene finanziata anche al 100% .

    Una politica, questa, nata più dall’esigenza di vendere auto, nel periodo in cui il comparto stava rischiando il collasso e continuata nell’ultimo periodo dopo il miglioramento del settore, a dimostrazione di quanto, forse più che altrove, l’industria automobilistica ha prevalso su tutte le altre del Paese e che, oggi, alla luce della pur florida situazione economica del più Grande Gruppo automobilistico italiano, la Fiat, non ci induce a ritenerci più ricchi e con un tenore di vita più elevato che altrove, quanto invece, ci convince che, proprio il numero di auto, non è sempre segno di ricchezza di un Paese, per niente!

    542

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto nuoveMondo auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI