Viaggiare in auto con bambini: i nostri consigli

Quando si parte per dei viaggi con bambini in auto è bene prestare attenzione ad alcuni dettagli per rendere il tutto più leggero

da , il

    Viaggiare in auto bambini

    Tanti di voi sono già partiti per le vacanze, alcuni devono ancora partire, altri le stanno pianificando. Se avete dei bambini allora dovete programmare il viaggio diversamente prestando attenzione alle loro esigenze e cercando di rendere il tutto più leggero per evitare di stressarli troppo. Tutti i papà sanno infatti che i piccoli dopo poco che si siedono in auto iniziano con la solita domanda in loop (ripetuta finché non si arriva a destinazione): “quanto manca?”.

    In questo articolo vogliamo raccogliere tutti i consigli e le informazioni utili per viaggiare in sicurezza e rendere il meno pesante possibile il viaggio con i bambini.

    Seggiolini per tutti

    Innanzitutto la prima cosa da fare per viaggiare in sicurezza con dei bambini in auto è quella di procurarsi il seggiolino adeguato alla statura del bimbo. Ce ne sono per tutte le taglie infatti e sono divisi per gruppi. Si parte col “Gruppo 0″ che è indicato per bimbi fino a 9 mesi e 10 chilogrammi di peso, si prosegue con il “Gruppo 0+” per bambini fino a 13 chili di peso e 14 mesi di vita, poi vi è il “Gruppo 1″ per bambini da 9 a 18 chili di peso e da 10 mesi fino a 3/4 anni di vita. Infine vi sono il “Gruppo 2″ per bambini dai 3 fino ai 6 anni e dai 15 ai 25 chili di peso ed il “Gruppo 3″ dai 5 fino ai 10 anni e da 22 fino a 36 chili di peso.

    Nel caso di bambini molto piccoli, se non volete provvedere all’acquisto dell’apposita cullina omologata, dovrete procurarvi il riduttore che consente di adattare il seggiolino alle dimensioni del bimbo.

    Al momento dell’acquisto di un seggiolino bisogna controllare la presenza dell’etichetta che ne attesta l’omologazione ECE R 44/03 che deve riportare anche la categoria di peso del bambino e la dicitura “Universal” che sta ad indicare che è adatto a qualsiasi modello di autovettura. Per legge nella medesima etichetta dev’essere riportato anche il numero d’omologazione ed il codice della nazione che ha rilasciato l’omologazione (E1 per Germania, E2 per Francia, E3 per Italia, E4 per Paesi Bassi, E5 per Svezia ed infine E6 per Gran Bretagna).

    E’ consigliabile inoltre acquistare seggiolini sfoderabili e con fodera lavabile per mantenerli sempre puliti.

    I seggiolini di Gruppo 0 e 0+ (quelli specifici per i lattanti) vanno posizionati in senso contrario di marcia. Nel caso vengano collocati nel sedile del passeggero anteriore è doveroso disattivare l’airbag lato passeggero. Nel caso nella propria vettura non sia possibile farlo bisogna mettere il seggiolino nel sedile posteriore.

    Nelle autovetture più recenti sono presenti gli attacchi isofix che consentono di fissare più saldamente i seggiolini al telaio della vettura e aumentano quindi la sicurezza in caso d’incidente.

    Quando crescono un pò bisogna procurarsi i seggiolini rialzati che provvedono ad alzare la seduta per evitare che la cintura possa segar loro il collo.

    In caso di bimbi pestiferi è consigliabile disattivare l’apertura dall’interno delle porte posteriori per farsì che non possano aprire la porta dell’auto in corsa.

    Piccoli trucchi per il confort

    Dopo aver provveduto a procurarsi il seggiolino adeguato bisogna pensare anche al confort. Oltre ad essere seduti comodi i bambini più piccoli necessiteranno anche di cuscini per il collo per essere più comodi anche quando si addormentano.

    Prima di iniziare il viaggio togliete tutto quello che è “in più”, quindi eventuali felpe, giacche e se il viaggio è lungo anche le scarpe.

    E’ buona norma inoltre mettersi in viaggio nelle ore meno calde della giornata per evitare che i bambini soffrano il caldo, posizionate quindi delle tendine parasole sui finestrini posteriori che verranno utili soprattutto nelle code in autostrada.

    Pianificate delle soste frequenti per consentire di sgranchirsi le gambe, andare in bagno e magari mangiare qualcosa.

    Checklist degli indispensabili

    Vi sono delle cose indispensabili che non devono assolutamente mancare in macchina quando vi accingete a fare un viaggio con dei bambini. Innanzitutto non può mancare dell’acqua e dei succhi di frutta ai quali si accompagnano degli snack. Questi ultimi sarebbero meglio da preferire secchi per evitare eventuali problemi di digestione. Sempre utili anche i pacchetti di fazzoletti e delle salviettine rinfrescanti. In caso di bimbi piccoli poi non bisognerebbe spostarsi senza un cambio di abiti e senza dei “giochini” utili per alleviare lo stress del viaggio in auto.

    Giochi per ingannare il tempo

    Nei viaggi più lunghi è utile distrarre i bambini con dei giochi che faranno passare il tempo più velocemente e renderanno la permanenza in auto meno pesante. Il primo che ci viene in mente è quello del leggere le targhe della auto che ci precedono e guardare se sono pari o dispari. Vince il bambino che vedrà più targhe pari o più targhe dispari. Un altro molto conosciuto è il classico “sasso-carta-forbice” le cui regole sono davvero basilari: il sasso batte la forbice, le forbici battono la carta e la carta batte il sasso.

    Un gioco più coinvolgente per bambini più grandi è quello delle parole amiche: si inizia dicendo la prima parola che viene in mente e gli altri giocatori devono dirne una simile di volta in volta.

    Potete anche dotare il bambino di una cartina stradale e renderlo partecipe del viaggio chiedendogli a che punto si è del viaggio e facendo così ribaltare la situazione.