Volkswagen: Borsa in fibrillazione aspettando la fusione con Porsche

Volkswagen: Borsa in fibrillazione aspettando la fusione con Porsche

A Casa dei due marchi automobilistici c’è silenzio e non trapela nulla circa i movimenti che gli arabi stanno portando avanti, ma alla vigilia della fusione dei due colossi tedeschi pare di intendere che l’anello centrale della discussione sia incentrato sull’acquisto della Porsche e delle azioni a basso costo della Volkswagen

da in Mercato Auto, Mondo auto, Porsche, Salone di Francoforte 2015, Volkswagen
Ultimo aggiornamento:

    Marchio Volkswagen

    C’è grande fermento in casa Volkswagen, lo rileva la Borsa di Francoforte dove si è assistito ad un crollo delle azioni della Casa di Wolsburg pari al 15,21%, dunque 143,90 euro ad azione, fatto che potrebbe attribuirsi alla notizia riportata dalla rivista Merger Magazine che profilava un’avanzata del Quatar disposta a comprarsi il 50% dell’intero patrimonio Porsche, fatto che avrebbe fatto risalire in tutta fretta le azioni di quest’ultima Casa automobilistica tedesca del 5,61% con un valore nominale di 55,18 euro ad azione.

    Ma la crisi economica di Volkswagen non sarebbe soltanto dipendente dalle notizie allarmanti di Merger Magazine, ma soprattutto derivanti dall’altra constatazione che vedrebbe possibile la scalata del Quatar su Volkswagen passando da Porsche acquistando le azioni della Casa automobilistica di Wolsburg dimezzandone il valore, ovvero, gli arabi si sarebbero limitati a pagare poco più di 80 euro un’azione Volkswagen.

    A Casa dei due marchi automobilistici c’è silenzio e non trapela nulla circa i movimenti che gli arabi stanno portando avanti, ma alla vigilia della fusione dei due colossi tedeschi pare di intendere che l’anello centrale della discussione sia incentrato sull’acquisto della Porsche e delle azioni a basso costo della Volkswagen.

    Dunque tutto il mondo finanziario guarda con grande interesse alla fusione dei due marchi automobilistici al punto che parrebbe non aver destato molto interesse neanche l’aggiornamento da parte di Volkswagen della gamma dei veicoli commerciali dalla stessa costruiti e che presenterà al prossimo Salone dell’Auto di Francoforte, quali il Volkswagen Transporter, Multivan, Caravelle e California, né alla possibilità che Volkswagen insieme a Fleet Investments possa detenere il controllo della Lease Plan Corporation, società attiva nei servizi di gestione e leasing di veicoli, parchi auto, nel noleggio a breve termine di auto e nel brokeraggio assicurativo, controllo che avendo ottenuto l’autorizzazione della Commissione di controllo potrebbe quanto mai divenire certo.

    377

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mercato AutoMondo autoPorscheSalone di Francoforte 2015Volkswagen
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI