Volkswagen Cross Polo, BlueMotion e BlueGT 2014: restyling per interni, esterni e motori [FOTO]

Il restyling della Volkswagen Polo 2014 debutta anche sul resto della gamma, che si concede minori trattamenti di bellezza per aggiornarsi e tornare sulla cresta dell’onda nelle vendite europee

da , il

    Il restyling della Volkswagen Polo 2014 debutta anche sul resto della gamma, che si concede minori trattamenti di bellezza per aggiornarsi e tornare sulla cresta dell’onda nelle vendite europee. Le forme cambiano veramente poco, sia dentro che fuori, ed il tutto è dettato dagli stilemi della sorella maggiore Golf VII, ai quali si sono ispirati i designer di Wolfsburg per creare una maggiore identità di gamma. Adesso la Volkswagen ha messo in vendita anche le altre versioni dell’utilitaria, dopo averle svelate al Salone di Ginevra 2014. Stiamo parlando delle varianti Cross Polo, BlueMotion e BlueGT, che segnano in questo modo il rinnovamento completo di tutta la gamma. Ricordiamo che con il Model Year 2014 debutterà, più in là, anche la cattivissima Polo R, la più veloce di tutte le Polo mai prodotte.

    Volkswagen Polo BlueMotion

    Sulla versione 2014 debutta in anteprima mondiale il nuovo motore 1.0 TSI 95 CV. È la prima volta che viene lanciata una variante BlueMotion con motore benzina. La vettura monta un turbo benzina a iniezione diretta da 1 litro di nuova concezione, tre cilindri da 95 cavalli di potenza massima. La Polo TSI BlueMotion vanta prestazioni brillanti, con un consumo nel ciclo combinato di soli 4,1 l/100 km (emissioni di CO2 94 g/km), confermandosi una delle meno assetate nel segmento. C’è anche la variante BlueMotion TDI, che monta un turbodiesel a iniezione diretta da 75 CV, che consuma appena 3,1 l/100 km (pari a emissioni di CO2 di 82 g/km), facendo di questa Polo la più parsimoniosa della sua categoria. Rispetto alla generazione precedente, con il suo tre cilindri 1.2, la Polo abbatte ulteriormente i consumi di 0,2 l/100 km. Grazie ad un serbatoio da 45 litri ed al cambio manuale a cinque rapporti con marce allungate, l’autonomia massima è di 1.400 km.

    Per ottenere questi valori si è lavorato riducendo la resistenza aerodinamica e al rotolamento. Il sottoscocca modificato, lo specifico inserto nella calandra e gli spoiler anteriore e posteriore perfezionati riducono la resistenza aerodinamica delle versioni BlueMotion. A questi si aggiungono anche gli pneumatici con scorrevolezza ottimizzata. Esternamente la potremo riconoscere per il colore cangiante Clearwater Blue Metallic, dedicato a questo modello, per i nuovi cerchi in lega leggera da 15 pollici Buenos Aires. Dentro, invece, ci sono un rivestimento in tessuto specifico, inserti cromati e rivestimenti in pelle per volante, leva del cambio e del freno a mano.

    Polo BlueGT

    La Polo in versione BlueGT rappresenta un mix tra sportività ed efficienza. Sotto al cofano troviamo il TSI 1.4 litri da 150 CV (10 in più rispetto a prima) e 250 Nm di coppia massima a partire da 1.500 giri. La potenza viene trasmessa all’asse anteriore mediante un cambio manuale a 6 rapporti o un DSG a 7 rapporti disponibile a richiesta. Nel primo caso i consumi si attestano mediamente a 4,8 l/100 km (con 110 g/km di CO2). In combinazione con il cambio DSG a 7 rapporti i consumi si riducono ulteriormente attestandosi su 4,7 l/100 km (108 g/km di emissioni di CO2). La velocità massima è aumentata di 10 km/h e arriva ora a 220 km/h. Per ottenere un consumo molto contenuto, il motore è stato equipaggiato del sistema di gestione attiva dei cilindri (ACT), che prevede la disattivazione temporanea del secondo e del terzo cilindro a basso e medio carico. Rispetto alle Polo normali la carrozzeria è ribassata di 15 mm.

    Gli esterni della BlueGT sono caratterizzati dai gruppi ottici posteriori bruniti ridisegnati, dai cerchi in alluminio da 17 pollici, dallo spoiler sul tetto, paraurti modificati (posteriore con diffusore) e listelli. Gli interni sono resi ancora più ricchi e completi dal display multifunzione, dal cruise control e dai sedili sportivi anteriori.

    Volkswagen Cross Polo

    Cambia davvero poco la Cross Polo, che resta fedele al precedente modello. La si può riconoscere esteriormente per la caratterizzazione tipo SUV: protezioni sottoscocca argento sui paraurti anteriore e posteriore oltre a coperture nere su passaruota, longheroni e porte sono alcuni dei dettagli dedicati. I gusci degli specchietti retrovisori ed i mancorrenti sul tetto sono in color argento. Sulla versione Cross sono anche disponibili due nuovi colori carrozzeria metallizzati: Honey Orange e Titanium Beige. A questo si aggiungono anche i nuovi cerchi in lega leggera da 17” Canyon. Al posteriore ci sono i gruppi ottici bruniti, anch’essi ridisegnati. Dentro troviamo dei sedili sportivi con tessuto dedicato, il volante dal nuovo design e la leva del cambio e del freno rivestiti in pelle. La CrossPolo può essere equipaggiata con tre motori benzina e tre Diesel, con potenza da 75 a 110 CV. Tutti i propulsori sono conformi alla norma Euro 6.

    Salone di Ginevra 2014, tutte le auto esposte