Volkswagen E-coMotion: da Ginevra il primo veicolo commerciale elettrico tedesco [FOTO]

Volkswagen E-coMotion: da Ginevra il primo veicolo commerciale elettrico tedesco [FOTO]

Al Salone di Ginevra 2013, tra le tante e più novità esposte dal marchio Volkswagen c'è anche un prototipo di veicolo commerciale ad impatto zero, elettrico quindi

    Tra le numerose novità presenti allo stand Volkswagen ha merito di nota anche un’esclusiva proposta al pubblico del Salone di Ginevra. Si tratta nello specifico di un veicolo commerciale, molto probabilmente proposto anche come multispazio, a propulsione completamente elettrica. Il suo nome è Volkswagen E-coMotion e avrebbe tutte le carte in regola per un futuro di successo e per giocarsi la diretta rivalità con concorrenti come il nuovo Renault Kangoo Z.E. ed il Nissan e-NV200 per citarne alcuni solamente, se non si trattasse di un “esercizio di stile”.
    Il progetto per questo veicolo nasce per il successo che il prototipo sotto denominazione eT ha riscosso quando venne presentato alla scorsa edizione del Salone di Hannover.

    Dimensioni e configurazioni

    Le sue dimensioni sono di 455 centimetri di lunghezza per 190 centimetri di larghezza e con un’altezza di 196 centimetri. Chi è in procinto di acquisto di un veicolo commerciale chiaramente ha un occhio di riguardo per la capacità di carico che nello specifico per questo Volkswagen è di 4.6 metri cubi per una massima portata di 800 chilogrammi. Rimanendo sempre in gamma Volkswagen ci sarebbe il compatto Caddy Maxi (che vedete nella galleria immagini sottostante) che dal canto suo ha una lunghezza maggiorata di 33 centimetri con una capacità di 4.2 metri cubi.
    Il prototipo di E-coMotion verrà proposto nelle configurazioni cabinato, con cassone ribaltabile, isotermito e ancora altre varianti. Seppur ci sia l’alloggiamento del pacco batterie, come avrete constatato non si è andati a discapito della capacità di carico poiché la soluzione prevede che il pacco sia collocato al di sotto della scocca.

    Autonomie e prestazioni

    Stando alle prestazioni c’è da dire che innanzitutto è buona la manovrabilità su strada appunto perché pensato in primis per il suo impiego nei centri cittadini tanto che il diametro di sterzata è di 8.9 metri, quando invece il concorrente sovracitato dello stesso marchio propone un diametro di 12.2 metri.

    Non sarà disponibile soltanto in un’unica soluzione l’E-coMotion che verrà esposto in più occasioni, come invece lo sono gli attuali modelli elettrici presenti in listino. Questo furgone infatti sarà a disposizione con batterie da 20kWh, 30 kWh e 40 kWh con rispettive autonomie massime di 100, 150 e 200 chilometri. Il propulsore è comunque un 68 cavalli di potenza forte di una massima coppia di 270 Nm e la sua velocità massima è tarata a 120 chilometri orari, non certo elevata visto che è pensato per l’impiego prettamente cittadino.

    Interni, tecnologie e materiali adoperati

    Volkswagen E coMotion plancia_5_3_galleryzoomer

    Internamente regna la tecnologia Volkswagen ed è di elevato livello il comfort a bordo. L’accoglienza la si percepisce da un ambiente composto da una plancia semplice nel suo design con una strumentazione intuitiva, ergonomica e che non prevede pulstanti in posizioni difficili al loro raggiungimento. Il cambio, guardando anche le foto che vi proponiamo, non ha più la “classica” soluzione del pomello verticale ma c’è un comando rotante posto nel mezzo della consolle centrale ed il freno di stazionamento è elettrico. Per un maggior risparmio energetico, il marchio di Wolfsbourg ha ben progettato che il furgone si precondizioni nel mentre viene caricato e attraverso una pompa di calore si può “ricilare” l’aria calda del motore e quello dell’abitacolo e portarlo quindi nel circuirto di riscaldamento. Una soluzione che non ha precedenti quella per la pedaliera; si pensi che il calore per quella zona avviene per mezzo di un sistema a raggi infrarossi.
    I materiali adoperati per la carrozzeria e per la piattaforma stessa sono dei grezzi precostruiti come ad esempio dei profilati estrusi o semplici strutture a nodo per la struttura portante del mezzo.

    Ad oggi rimane…un concept

    Non che l’E-coMotion sia disponibile con queste innovazioni e questo design alla clientela in quanto è destinato a rimanere solamente un concept utile però per Volkswagen per lo studio di un reale veicolo commerciale ad impatto Zero e che ne godrà degli incentivi statali che coinvolgono i mezzi elettrici.

    Volkswagen E coMotion posteriore_5_3_galleryzoomer

    I concorrenti

    RENAULT KANGOO Z.E.

    NISSAN E-NV200

    LE RAGAZZE DEL SALONE DI GINEVRA 2013

    FOTOGALLERY SALONE DI GINEVRA 2013

    818

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anteprima autoAnticipazioni AutoAuto ElettricheConcept CarFurgoniSalone autoSalone di Ginevra 2017Veicoli CommercialiVolkswagen
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI