Volkswagen EOS, forse ci siamo

Sembrano esser risolti gli utlimi problemi che affliggevano la Volkswagen Eos; previsto, quindi, per maggio il debutto

da , il

    Volkswagen EOS, forse ci siamo

    Ci sono novità per quanto riguarda la commercializzazione della Volkswagen Eos, la coupè-cabriolet basata sul prototipo Concept C. La vettura è caratterizzata dall’ormai indispensabile tetto in lamiera che chiudendosi trasforma la vettura in una coupè. Ed è proprio la presenza della copertura in lamiera, che si richiude nel bagagliaio, che sta creando non poche grane alla casa tedesca, tanto da rinviare il lancio della vettura, inizialmente previsto per marzo 2006, prima al mese di maggio, per poi arrivare fino a luglio.

    Il problema riscontrato durante i test su strada era che, a vettura chiusa, entrava troppa aria all’interno dell’abitacolo, creando fastidiosi rumori. Ora l’inconveniente, a detta dell’ufficio stampa Volkswagen, dovrebbe esser stato risolto e quindi la commercializzazione è stata nuovamente portata al mese di maggio.

    Il nome Eos, ci teniamo a ricordarlo, è quello della divinità greca che rappresenta l’aurora e sembra azzeccato per un’auto giovanile e ideale anche per le scorrazzate sul lungomare in estate. La gamma di motori disponibili, però, la renderà davvero adatta a tutti gli usi; le potenze previste, infatti, spazieranno dai 115 cv del 1.600 ai 250 cavalli della versione simile alla Golf R32.