Volkswagen espande le proprie attività in Cina

Il Gruppo Volkswagen ha ricevuto l'approvazione ad estendere la propria presenza in Cina attraverso la costruzione di due nuovi stabilimenti che entreranno in attività nel 2013

da , il

    volkswagen cina angela merkel

    La casa costruttrice tedesca Volkswagen ha deciso di espandere la propria presenza in Cina, rafforzando le proprie attività nel primo mercato auto del mondo. L’azienda ha ricevuto il via libera per la costruzione di due nuovi stabilimenti nel Paese asiatico, precisamente nelle zone di Foshan (nella provincia di Guangdong) e Yizheng (nella provincia di Jiangsu). La capacità annuale pianificata per le due fabbriche è di 300.000 unità ciascuna. L’approvazione definitiva ai progetti è arrivata questa settimana in seguito ad una serie di incontri a Berlino tra i governi di Germania e Cina.

    «La Cina rappresenta ormai il più grande mercato automobilistico mondiale – ha affermato Martin Winterkorn, presidente del Gruppo Volkswagened è prevedibile, nell’immediato futuro, un’ulteriore crescita. L’obiettivo del Gruppo Volkswagen è quello di giocare un ruolo primario nella gestione di questa crescita, in linea con i nuovi modelli di compatibilità ambientale e con l’espansione della capacità locale di produzione».

    La fabbrica di Yizheng sarà costruita in collaborazione con Shanghai Volkswagen; lo stabilimento di Foshan sarà realizzato attraverso la joint venture FAWVolkswagen. La produzione dovrebbe essere avviata già a partire dal 2013.

    Karl-Thomas Neumann, presidente ed amministratore delegato di Volkswagen Group China, ha aggiunto: «Le nuove fabbriche costituiscono gli elementi chiave per i nostri progetti di crescita della capacità produttiva annuale in Cina, che nel medio termine, in collaborazione con i partner locali, dovrebbe raggiungere i tre milioni di vetture».