Motor Show Bologna 2016

Volkswagen Fox: paese che circoli, sicurezza che trovi.

Volkswagen Fox: paese che circoli, sicurezza che trovi.
da in Associazioni Consumatori, Euroncap, Mondo auto, Volkswagen, Volkswagen Fox
Ultimo aggiornamento:

    Una prova al Crash Test di EuroNcap

    La notizia inquieta e non poco, ma al contempo scandalizza; si parla tanto di sicurezza, spesso sull’onda del raccapriccio dei reiterati incidenti della strada, per poi scoprire che la sicurezza è dipendente del luogo ove si vive e non certo per un fatto meramente statistico di probabilità di venire o meno coinvolti in un sinistro, ma per il semplice fatto che non v’è alcuna eguaglianza fra automobilisti se questi non vivono sotto la stessa bandiera; un esempio, la Volkswagen Fox costruita solo in Brasile, per il loro mercato interno e per quello europeo, una sicura, l’altra, un mezzo disastro!

    A questo sconcertante risultato è giunta la rivista Altroconsumo, pervenendo a queste conclusioni elaborando i dati dei crash test effettuati dall’EuroNcap. Per quanto strano possa sembrare, la vettura per il nostro mercato, riceve 4 stelle al crash test, la stessa auto, destinata al mercato brasiliano, si aggiudica una sola stella e, addirittura, neanche una per quanto riguarda le protezioni per le parti vitali in caso di urto frontale, perché il manichino sottoposto alla prova resta scoperto nientemeno che in testa e nel tronco in caso di impatto.

    In altre parole, a parità di intensità di un sinistro frontale su una Fox, il guidatore destinato ad una vettura per il nostro mercato potrebbe cavarsela con ferite lievi e tanto spavento, lo stesso guidatore, ma brasiliano, muorirebbe!

    Tutto ciò, sol perché la Fox brasiliana, scandalosamente, per questioni commerciali e sfruttando le maglie larghissime delle norme in materia di sicurezza in quel Paese, è equipaggiata con sistemi di protezione sotto i minimi standard previsti in Europa, ovvero, privi di qualsivoglia tutela per gli occupanti.

    Certo, si potrebbe obiettare, il pacchetto sicurezza si può acquistarlo a parte anche sulle “brasiliane”, ma pensiamo quanti sono i “Carioca” in grado di poter o voler spendere la bellezza di 2.500 euro in più per dotare la vettura del pacchetto sicurezza, laddove, per’altro, le norme Governative, neanche lo prevedono come obbligatorio.

    E il paradosso sta proprio in questo, nel far pagare ai “poveri” del pianeta, ciò che qui abbiamo già compreso nel prezzo, perché, atteso il diverso potere d’acquisto degli stipendi fra uno Stato ed un altro, la Fox costa da noi, allo stesso modo che in Brasile.

    Ecco che allora, Altroconsumo, insieme a “Proteste”, l’Associazione dei Consumatori che opera in seno ad Euroconsumers, invocano che sia data vita ad una sorta di omogenea distribuzione delle stesse misure di sicurezza in tutto il mondo, contestualmente alla denuncia nei confronti della Volkswagen e della sua Fox che dimostra, a chiare lettere, come sia facile privare dei pur minimi livelli di protezione chi è più debole, meno tutelato e più indifeso, come nello specifico, sta accadendo ai brasiliani.

    514

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Associazioni ConsumatoriEuroncapMondo autoVolkswagenVolkswagen Fox

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI