Volkswagen Golf 7 BlueMotion: consumi ridotti all’osso per il motore diesel [FOTO]

Volkswagen Golf 7 BlueMotion: consumi ridotti all’osso per il motore diesel [FOTO]

La Volkswagen Golf 7 Bluemotion si candida a diventare la Golf meno assetata di sempre

da in Auto 2013, Auto Ecologiche, Auto nuove, Berline, Volkswagen, Volkswagen Golf
Ultimo aggiornamento:

    Arriva la Volkswagen Golf 7 Bluemotion. Dopo l’apparizione sul palcoscenico parigino del Salone 2012, la più ecologica delle Golf si prepara al debutto sul mercato. Economia di esercizio e basso impatto ambientale, le parole d’ordine. Gran parte del merito va attribuito al propulsore che possiamo ritrovare sotto al cofano: si tratta di un quattro cilindri da 1.6 litri TDI common rail, capace di sviluppare una potenza massima di 110 cavalli ed una coppia di 250 Nm, costante tra i 1.500 ed i 2.750 giri al minuto. Il propulsore è stato studiato appositamente per essere il più efficiente possibile: grazie all’ottimo lavoro degli ingegneri, adesso tutti gli attriti tra i vari componenti sono ridotti al minimo e di conseguenza il motore vanta un rendimento elevato.

    Ma l’ottimo risultato in termini di consumi ed emissioni di CO2 non riguarda solo il motore. Infatti tutta la Volkswagen Golf 7 BlueMotion Concept è stata studiata per minimizzare gli sprechi: tanto per fare un esempio, il peso della vettura risulta essere di 63 kg inferiore rispetto a quello di una normale Golf 7 TDI. Già di base la settima serie della berlina tedesca è più leggera della sesta serie: questo può farci capira quanto potrà essere efficiente la versione di serie. I kg di troppo sono stati rimossi da vari componenti, tra cui il motore. Ma non finisce qui: l’auto è stata dotata dell’oramai immancabile sistema Start&Stop e di speciali pneumatici a bassa resistenza al rotolamento, che funzioneranno con pressioni più alte del normale.

    I rapporti del cambio manuale sei marce sono stati allungati, mentre un ulteriore aiuto nella riduzione dei consumi deriva anche dal sistema di recupero dell’energia cinetica in frenata e dall’aerodinamica particolarmente curata (pensate che il coefficiente di penetrazione è di soli 0,27). L’intero sottoscocca è carenato, per migliorare l’andamento dei flussi, mentre sulla coda arriva uno spoiler per ridurre le turbolenze. Altro accorgimento è stato l’abbassamento dell’intero corpo vettura di 15 millimetri.

    Migliorie che non costano nulla sul piano delle prestazioni, visto che la Golf 1.6 Tdi BlueMotion assicura un dignitosissimo 10″5 nell’accelerazione da zero a cento, con velocità massima fissata a 200 orari.

    Consumi

    Ma quantifichiamo questi bassi consumi ed emissioni di cui abbiamo parlato fino ad ora: Volkswagen dichiara che la Golf VII BlueMotion potrà fare fino a 31 chilometri con un solo litro di gasolio, emettendo 85 g/km di CO2. Con questi valori si dimostra la Golf più parsimoniosa di sempre: con un solo pieno si potranno percorrere fino a 1.562 km.

    La versione di serie sarà proposta negli allestimenti Trendline e Comfortline, ma di serie per entrambe ci saranno di serie climatizzatore manuale, cerchi in lega dal design specifico da 15″ o da 16″, specchietti retrovisori esterni elettrici, sedile guida regolabile in altezza, differenziale elettronico XDS e sistema di controllo della pressione degli pneumatici. In aggiunta sulla Trendline si avranno il Park Pilot e il Driver Alert, oltre allo schermo multifunzione.


    ALTRI ARTICOLI SULLA NUOVA VOLKSWAGEN GOLF 7 DI ALLA GUIDA

    PREZZI

    SCHEDA TECNICA


    MOTORI

    VERSIONE 3 PORTE

    VERSIONE GTI

    CONFRONTO Volkswagen Golf 7 vs Alfa Romeo Giulietta

    CONFRONTO Volkswagen Gol 7 vs Ford Focus

    622

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2013Auto EcologicheAuto nuoveBerlineVolkswagenVolkswagen Golf
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI