Volkswagen Passat: ora anche 4 motion

da , il

    Volkswagen Passat 4motion

    4 motion è il marchio con cui Volkswagen identifica il suo sistema di trazione integrale. Adottato già su Golf, Sharan, Phaeton e Touareg, ora verrà introdotto anche nella berlina del marchio di Wolfsburg. Sarà disponibile solamente abbinato a tre motorizzazioni: due benzina ad iniezione diretta FSI, il 2 litri da 150 cavalli e il 3,2 da 250 cavalli ed uno a gasolio, il duemila TDI da 140 cavalli.

    Il sistema 4 motion funziona grazie al differenziale centrale Haldex, che consiste in una frizione a lamelle in bagno d’olio. In pratica appena il numero di giri dell’asse anteriore varia da quello posteriore, la frizione a lamelle sposta parte della coppia laddove c’è meno aderenza a quello dove ce n’è di più. In questo modo si ha una distribuzione variabile della trazione riuscendo a sfruttare il più possibile l’aderenza.

    L’efficacia di questa soluzione, semplice ed economica, ha conquistato più di 250.000 clienti con Passat. Il vantaggio, oltre al piacere di guidare una trazione integrale non ha un prezzo esagerato, infatti il listino della versione 4 motion parte da soli 28.080 Euro per la 2.0 FSI con allestimento comfortline e vola fino a 37.566 Euro per la 3.2 V6 FSI DSG 250 Cv in versione station wagon con allestimento highline.