Volkswagen Twin-up!, ibrida diesel in stile XL1: al Salone di Tokio 2013

Volkswagen Twin-up! è la variante ibrida diesel della citycar tedesca

da , il

    Non ha raccolto il successo che si attendevano in Volkswagen, la up! sul mercato italiano: quinta citycar per numero di immatricolazioni (poco più di mille a ottobre). Nonostante ciò si continua a investire sul modello, con derivazioni di ogni tipo; abbiamo visto la e-up! elettrica, la Cross-Up! con look da crossover, adesso a Wolfsburg stanno lavorando a un progetto decisamente più interessante: una up! ibrida diesel, ovvero, Twin-up!.

    Prende spunto dalla Volkswagen XL1, l’auto in grado di percorrere 100 chilometri con meno di 1 litro di gasolio e prodotta in piccola serie con prezzi decisamente off-limits. Sfruttando il corpo vettura della up!, sotto il cofano è stato installato il bicilindrico turbodiesel da 800cc e 47 cavalli.

    Propulsore forte anche di 119 Nm di coppia massima, pensato per l’impiego in simbiosi con un’unità elettrica da altrettanti cavalli e un valore di coppia di 139 Nm: complessivamente la Twin-up! assicura 75 cavalli e 214 Nm. Non è una superleggera come la XL1, poiché il peso si attesta a 1205 kg, diretta conseguenza dei pacchi batterie agli ioni di litio che forniscono 8.6 Kwh di capacità, quanto basta per garantire un’autonomia in modalità elettrica di 50 chilometri circa, con velocità limitata a 127 orari: si attiva attraverso il pulsante e-mode la marcia a zero emissioni e il tutto avviene disaccoppiando motore elettrico e termico, altrimenti collegati da una frizione.

    Complessivamente, la up! ibrida può percorrere 90,9 chilometri con un litro di gasolio, fattispecie che tiene in considerazione l’autonomia in modalità elettrica, quindi con batterie del tutto cariche. Trazione anteriore e cambio doppia frizione 7 marce completano il quadro tecnico. Ovviamente, le gomme sono a bassa resistenza al rotolamento, nella misura 165/55 R15.

    Al Salone di Tokio 2013 verrà presentata una versione ancor più vicina alla produzione in serie, che voci interne al marchio tedesco danno come possibile. Le prestazioni non sono certo da urlo, copiando quelle di una normale citycar, nemmeno troppo brillante (140 km/h di velocità massima e uno zero-cento da 15″7).

    Le uniche modifiche apportate alla carrozzeria della up! riguardano lo sbalzo anteriore, incrementato di 3 centimetri per far posto ai due motori, mentre serbatoio del carburante (da 33 litri) e batterie sono posizionati tra sedili posteriori e bagagliaio. Esteriormente il concept si presenta con la tradizionale tinta Sparkling White già adottata per la e-up!, impreziosita da tocchi blu sulle fiancate e tra le lame della calandra. All’interno stesso trattamento cromatico, con in più l’infotainment gestito attraverso un touchscreen con tecnologia Amoled e una home page programmabile, a seconda che si vogliano avere a portata di indice i contatti, le app, l’efficienza energetica del veicolo, il meteo, il climatizzatore o la qualità dell’aria.

    Scheda tecnica Volkswagen up!

    La up! è in vendita in Italia con prezzi compresi tra 9.850 euro e 16.060 euro. Due livelli di potenza per il motore mille tre cilindri: 60 o 75 cavalli, mentre la versione bifuel a metano assicura 68 cavalli.

    Tre e cinque porte, ha una lunghezza di 3 metri e 54 centimetri e un bagagliaio da 251 litri. I consumi si attestano sui 4.5 litri/100 km per la up! 1.0 60 cavalli nel ciclo misto, là dove la 75 cavalli richiede 4.7 litri e la variante a metano 2.9 kg.

    Salone dell'auto di Tokio 2013