NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Volvo: condannata per incidente mortale

Volvo: condannata per incidente mortale
da in Mondo auto, Volvo
Ultimo aggiornamento:
    Volvo: condannata per incidente mortale

    Un modello della Volvo, la 850, la stessa che si è reso protagonista di un grave incidente stradale che è costata una condanna a Volvo”

    Se fosse del tutto acclarata la responsabilità di Volvo in un grave incidente avvenuto ed ancora coperto da indagini circa le modalità in fatto di dinamica, un alone inquietante avvolgerebbe il noto marchio svedese che della sicurezza stradale ha fatto, da sempre, la sua bandiera.

    Il tutto parte da un incidente avvenuto in Francia nel 2001 dove, una Volvo 850 si rese protagonista di un drammatico incidente che comportò la perdita della vita di due bambini investiti dalla vettura condotta da una donna che non riuscì a non travolgere i piccoli pedoni. Il magistrato che condusse le indagini scagionò l’automobilista ritenendolo non responsabile del sinistro, che era da addebitare ad un difetto dell’impianto frenante dell’auto che conduceva in quel momento.

    La cosa ancora più sconvolgente, a parte la tragedia verificatasi, è che a sentire The Indipendent, sarebbero state ben 180.000 le vetture con lo stesso problema che sarebbero dovute essere richiamate dalla Volvo e al quale non si diede seguito con la procedura, limitandola ad un semplice controllo e ad una normale manutenzione programmata di quel modello “incriminato”.

    Insomma, un accadimento gravissimo che consistette nell’impossibilità di frenare l’auto per via del fatto che il collettore che doveva spingere il liquido all’interno del circuito tendeva a sconnettersi, proprio come accadde alla Volvo 850, pur essendo stata controllata per lo stesso difetto presso la concessionaria, che si rese protagonista del grave sinistro e che viaggiava a non più di 45 orari, quel tanto che bastò, perché si consumasse la tragedia.

    Il risultato è che Volvo è stata condannata ad una multa di 200.000 euro e la guidatrice, immaginiamo per concorso di colpa, a sei mesi di carcere con la condizionale, ad una multa di 300 euro e alla sospensione della patente per un anno.

    Insomma, se tutto stesse nei termini richiamati da The Indipendent, Volvo, per non intervenire immediatamente nei luoghi e con le modalità previste dalla Legge, s’è resa, indirettamente responsabile della morte di due bambini e, dall’altro, del rischio di una strage, in parte annunciata. Come è ovvio, non è mancata la difesa da parte della Casa automobilistica che, per mano dei propri avvocati hanno impugnato la sentenza sostenendo l’estraneità della Casa automobilistica in tutto quanto avvenuto o sarebbe potuto accadere.

    421

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondo autoVolvo
    PIÙ POPOLARI