Motor Show Bologna 2016

Volvo impegnate nel Winter Testing

Volvo impegnate nel Winter Testing
da in Sicurezza Stradale, Volvo, Volvo S80, Volvo XC70
Ultimo aggiornamento:

    A solo guardare queste Volvo ricoperte da neve e ghiaccio sulla carrozzeria, viene il freddo e tanto, anzi, immaginare di stare accanto a vetture poste in queste proibitive condizioni atmosferiche, induce a pensieri inquietanti di eventuali rischi anche concreti di un veri e propri stati di assideramento, se non addirittura congelamento, per la semplice ragione che queste auto affrontano situazioni al limite del sopportabile, considerato che si muovono in percorsi a temperature che vanno oltre i meno 40°C.

    Inutile ricordare che nel Vecchio Continente i luoghi geografici che meglio di altri rispettano certe situazioni estreme sono i Paesi scandinavi del Nord Europa e, proprio lì, alcune vetture della Casa svedese, sono stati testati per constatare dal vivo le reazioni di queste auto alle rigidissime condizioni climatiche, perché una cosa è certa, guidare con la neve è difficile, oltre che rischioso, a volte e richiede molta perizia da parte del conducente, ma se, contestualmente, l’auto non offre quelle caratteristiche di affidabilità e versatilità in queste situazioni, non c’è miglior pilota del mondo a poter sostituire tali caratteristiche dell’auto e il rischio di restare appiedati potrebbe essere quanto mai frequente.

    Ecco l’importanza dei Winter Testing sostenuti da Volvo, che consistono in condizioni estreme prima testati al computer, poi in percorsi di simulazione ed, infine, nelle strade innevate a quelle temperature come precedentemente descritto. La riprova soprattutto dell’importanza dell’ultima parte di questi esperimenti, quelli che testano la vettura su strada, ce la da proprio quanto accaduto ad una Volvo S80 che era uscita indenne da tutte le prove, meno che su strada, dove, di fronte ad una tempesta artica ha evidenziato un problema che era passato inosservato nei precedenti test, ovvero, che l’antenna diveniva ricettacolo di squame di ghiaccio, miste a neve che limitavano di molto la visibilità posteriore. Constatato il problema si è trovata immediatamente la soluzione. E che i test siano massacranti per le auto lo dimostra il fatto che le vetture in prova dovranno restare indenni da ogni problema, anche il più insulso, dopo oltre 200.000 chilometri di percorrenza in condizioni estreme.

    Oltre alla S80, ha partecipato alle prove anche la XC70 .

    Una delle prove che vengono effettuate in celle frigorifere a temperature di -40°C, se le condizioni atmosferiche fossero troppo indulgenti, consiste nel mettere il moto l’auto, dopo una notte passata all’addiaccio con condizioni termiche del genere, superano la prova le auto che non indugiano nell’avviamento e raggiungono, nei tempi previsti, le condizioni ottimali di funzionamento. Inutile dire che le Volvo vengono vendute in ogni parte del mondo e che difficilmente un siciliano o un calabrese nell’uso quotidiano che avrà con la sua Volvo utilizzata nella sua regione, si imbatterà mai in condizioni tanto estreme, ma, il sapere che la propria auto può resistere a tanto, dovrebbe far felice anche il proprietario residente in una località torrida.

    508

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Sicurezza StradaleVolvoVolvo S80Volvo XC70

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI