Volvo XC60 Polestar: cambio e motore ottimizzati sull’ibrida T8 e non solo

Come già altri modelli, anche il nuovo suv Volvo XC60 riceve gli affinamenti della divisione Polestar in cinque aree

da , il

    Volvo XC60 Polestar: cambio e motore ottimizzati sull’ibrida T8 e non solo

    Arriva anche per nuova Volvo XC60 il trattamento Polestar. La divisione tradizionalmente nota per le preparazioni sportive in casa Volvo e prossima a un futuro nel quale specializzarsi nella realizzazione di veicoli prestazionali elettrici e ibridi, offre il programma Polestar Optimised sull’ultima arrivata nell’offerta del marchio svedese. Non si tratta di interventi radicali, piuttosto di affinamenti alle caratteristiche tecniche del suv. Regolazioni elettroniche specifiche collegate a cinque aree, di fatto due macro-settori: motore e cambio.

    Volvo XC60 Polestar Optimised eguaglia i cavalli della più grande XC90 T8 Twin Engine, sviluppando dal sistema ibrido composto dal motore 2 litri turbo benzina e il motore elettrico, ben 421 cavalli, dai 403 di partenza. Un incremento di 18 cavalli, ma soprattutto una diversa mappa motore per guadagnare cavalli e coppia nella fascia intermedia del contagiri.

    E’ il primo intervento di affinamento, ai regimi medi la XC60 “migliorata” da Polestar offrirà di più nei frangenti di maggior impiego nella guida di tutti i giorni, sul fronte sportivo. A cambiare è anche la reattività alla pressione e al rilascio dell’acceleratore, più pronte. Accanto all’intervento sul motore termico 2 litri si sommano quelli al cambio automatico 8 marce, reso più rapido nei passaggi marcia e con la funzione Gear Hold grazie alla quale, nella guida più impegnata e vivace, l’elettronica mantiene la marcia “inserita” in condizioni di forza G laterale accentuata, dove un cambio di rapporto potrebbe scompensare la dinamica. Di fatto la logica è quella di rendere simile al cambio manuale l’automatico.

    Con una mappa motore rivista per offrire più spinta ai regimi intermedi, anche i punti di cambiata della trasmissione 8 marce sono stati modificati. L’ottimizzazione Polestar è disponibile non solo sul top di gamma T8 Twin Engine, ma anche sulle altre versioni turbo benzina, la T5 e la T6, nonché sui turbodiesel D4 e D5, quest’ultimo passa da 235 cavalli a 240 cavalli, mentre il turbo benzina T6 da 320 a 334 cavalli. Annunciata, al momento, sul mercato britannico, gli interventi Polestar (richiedono appena un’ora per essere applicati in officina) dovrebbero essere estesi anche ad altri mercati, come accaduto per altri modelli Volvo in passato.