Motor Show Bologna 2016

World Car of the Year 2015, Mercedes Classe C è la regina globale [FOTO]

World Car of the Year 2015, Mercedes Classe C è la regina globale [FOTO]
da in Auto 2015, Auto dell'anno, Auto nuove, Mercedes, Mercedes Classe C
Ultimo aggiornamento: Venerdì 03/04/2015 10:13

    auto dell'anno 2014 world car of the year

    Il Salone di New York come Ginevra, ovvero, palcoscenico sul quale eleggere l’auto dell’anno. Di nuovo? No, perché a esser diverso è il premio, il World Car of the Year 2015. Portata globale per il riconoscimento assegnato nella Grande Mela, dove negli ultimi anni è stato un susseguirsi di vittorie tedesche: Golf prima, Audi A3 poi, guardando alle edizioni che hanno preceduto quella attuale. E la supremazia germanica si conferma, visto il successo di Mercedes Classe C, praticamente senza avversari, visti i distacchi rifilati a seconda e terza classificata

    La classifica

    Con 803 punti la berlina media Mercedes stacca Volkswagen Passat, giunta seconda e con 753 punti, meglio anche di Ford Mustang, terza con un punteggio di 722. Erano rimaste le tre finaliste a contendersi il primato, dopo l’ultima scrematura effettuata proprio al salone di Ginevra. Mercedes che fa man bassa di premi, visto il successo anche nella categoria Luxury, dove Classe S batte la concorrenza di Range Rover Autobiography Black passo lungo e Bmw i8, rispettivamente seconda con 778 punti e terza con 763. | APPROFONDISCI: MERCEDES CLASSE C | Non finisce qui, visto il riconoscimento di World Performance Car of the Year 2015 per Mercedes AMG GT, questa volta con un margine molto più ristretto su Jaguar F-Type R Coupé: 199 contro 183; più staccata l’accoppiata Bmw M3/M4, giunta terza a 146 punti. Le ultime due categorie da assegnare, quella per il miglior design e la miglior auto verde dell’anno, hanno visto rispettivamente eccellere Citroen C4 Cactus e Bmw i8. TUTTE LE AUTO AL SALONE DI NEW YORK 2015

    Le finaliste

    Si parte dal premio assoluto, quello di World Car of the Year 2015, e saranno Volkswagen Passat, Mercedes Classe C e Ford Mustang a disputarselo. Nella sezione World Luxury Car, sfida tra Bmw i8, Mercedes Classe S Coupé e Range Rover Autobiography Black passo lungo. Passando al World Performance Car of the Year, battaglia tra Bmw M3/M4, Jaguar F-Type R coupé e Mercedes Amg GT. Largo anche alle auto ecologiche, quelle del premio World Green Car 2015: la vincitrice uscirà tra Bmw i8, Mercedes Classe S500 Plug-in Hybrid e Volkswagen Golf GTE. Da ultimo, un premio anche al design dell’anno, con il World Car Design: avrà la meglio Citroen C4 Cactus, oppure Mercedes Classe C? O ancora Volvo XC90? Il 2 aprile avremo i vincitori in ogni classe di concorso.

    La lista lunga delle candidate

    Bmw Serie 2 Active Tourer

    La prima Bmw a trazione anteriore, la prima Bmw “monovolume”, si presenta tra le candidate di entrambi i premi (Auto dell’anno e World Car of the Year). Nasce sul pianale che darà vita alla prossima generazione di Serie 2, l’UKL1, e sotto il cofano ospita anche motori turbo benzina e diesel 3 cilindri. Lo stile prova a conservare tratti tipici di Bmw, e ci riesce. La rivale d’elezione sarà Mercedes Classe B: medesimo concetto di multi-purpose vehicle ma con linee più tondeggianti. | APPROFONDISCI |

    Citroen C4 Cactus

    Anche per l’originalissimo crossover francese, doppia “menzione” nei due premi. Il design svetta tra la miriade di piccoli “suv” (anche se l’altezza, di fatto, è da berlina classica) e le note di simpatia non mancano. Buone le motorizzazioni turbo benzina PureTech 1.2 litri e gli inossidabili diesel Hdi, record di consumi. Non mancano le pecche all’interno, con soluzioni economiche che un progetto nato risparmiando su numerosi dettagli. Gran confort di marcia, tuttavia. | APPROFONDISCI |

    Ford Mustang

    C’è anche l’iconica pony car statunitense tra le candidate. Per la prima volta venduta ufficialmente in Europa, la nuova Mustang è global car per eccellenza. I motori si “addolciscono” nella cubatura, con l’ingresso dell’Ecoboost da 2.3 litri, mentre per i fanatici delle prestazioni in salsa yankee non manca lo storico V8. Altra grande novità rispetto alla tradizione, l’abbandono delle sospensioni posteriori ad asse torcente, soluzione fuori dai tempi per quella che vuol essere prestazionale sportiva abbordabile nel prezzo. | APPROFONDISCI |

    Hyundai Genesis

    E’ l’interpretazione dell’ammiraglia alla coreana. Hyundai Genesis non dispiace se si osserva il design, con il bel frontale imponente e una coda filante. Quattro metri e 99 centimetri di lunghezza la mettono in diretta competizione con le tedesche più prestigiose, a metà strada tra Classe E e Classe S, o tra Serie 5 e Serie 7. Il prezzo è allineato ai contenuti, peccato per l’unico motore proposto in Italia, un benzina aspirato da 3.8 litri. | APPROFONDISCI |

    Jeep Renegade

    A guardare i dati di vendita negli Usa, Jeep Renegade ha convinto anche gli americani. Il modello che ha tirato la volata a Fiat 500X nasce a Melfi e si differenzia per uno stile marcatamente nel solco del brand statunitense: basta osservare il frontale per accorgersene. Confrontarla esteticamente con la sorella Fiat porta a una sconfitta netta, i contenuti tecnici, invece, ci sono tutti. | APPROFONDISCI |

    Mazda 2

    Altro bell’esempio di Kodo Design da parte di Mazda. Deve ancora arrivare sul mercato italiano, ma ha già tutte le carte in regola per catturare il pubblico più giovane, l’utilitaria giapponese. I motori, aspirati benzina e turbodiesel, sfoggiano la novità dell’1.5 a gasolio, con tanta coppia e la tecnologia SkyActiv, adottata anche sul telaio per alleggerire l’auto. Piacciono anche gli interni, moderni e avveniristici. | APPROFONDISCI |

    Mercedes Classe C

    Ha stravolto il concetto di berlina tre volumi media con il logo Mercedes. La Classe C ha virato decisa verso linee sportive e giovani, a caccia di un pubblico più ampio che in passato. Piace senza riserve e anche le varianti di carrozzeria aggiunte (o in attesa) hanno un marcato imprintig dinamico. Sul versante motoristico, propone una delle più ampie alternative ibride che siano presenti sul mercato. | APPROFONDISCI |

    Mini 5 porte

    Espandere la gamma. Questa la missione di Mini, ma non solo proponendo i vari crossover Countryman e Paceman (quest’ultimo sonoramente bocciato dal mercato). La novità della Mini berlina 5 porte guarda a quanti cercano le proporzioni classiche di Mini, con il vantaggio di un’accessibilità a bordo non sacrificata dalle 3 porte. Aumenta lo spazio a bordo e marginalmente il bagagliaio. | APPROFONDISCI |

    Nissan Qashqai

    Inossidabile. Il crossover giapponese ha rivoluzionato quel che non andava sulla precedente generazione e l’ha migliorato. Il risultato? Un prodotto ancor più maturo e, non a caso, tra i preferiti in Italia. Nel passaggio da vecchio a nuovo ha perso la possibilità dei 7 posti a bordo, appannaggio ora della X-Trail. Restano le alternative a trazione integrale e l’offerta di motori sa soddisfare tutti: dal turbo benzina 1.2 litri ai due turbodiesel 1.5 e 1.6 dCi. Non guasterebbe un’unità oltre i 131 cavalli oggi assicurati dall’1.6 dCi. | APPROFONDISCI |

    Volkswagen Passat

    Quando ti chiami Passat, devi evolvere continuamente il concetto che ti ha reso mito nel segmento delle berline medie generaliste. L’ultima serie di Passat, berlina e wagon, riesce a regalare uno stile finalmente dotato di personalità, pur conservando quanto di sobrio ha sempre identificato le Passat. Gioca sul filo del premium, perché i contenuti sono realmente di auto di prestigio. | APPROFONDISCI |

    1490

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI