Worx CQ1 e CQ2 e gli abissi non avranno più segreti

Worx CQ1 e CQ2 e gli abissi non avranno più segreti
da in Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Di auto ha poco o meglio niente ma, dove finisce la terra inizia il mare e allora, anche lì, stufi di planare sul pelo dell’acqua, perché non apprezzare le meraviglie dei fondali con un mezzo, curioso a vedersi ma comodo e, soprattutto, sicuro.

    Si chiama U-Barca e lo costruisce un’azienda dei Paesi Bassi, la Worx che omologa questi strani veicoli per un occupante, il CQ1 o per due, il CQ2. Curiosamente l’azienda quando parla di occupanti tende a specificare il sesso del passeggero, visto che nella scheda tecnica del mezzo si parla di uno o due uomini all’interno del veicolo, discriminazione aziendale o andar per mare è cosa soltanto da uomini?

    Curiosità a parte, diverso è il sistema d’accesso delle due versioni, tramite il portello superiore, nel caso di CQ1, mediante due sportelli di tipo automobilistico per il CQ2. Comunque lo si scelga, il particolare veicolo è adatto per essere sfruttato laddove vi sia acqua, di mare o dolce, poco importa perché si immerge col sistema del mezzo subacqueo indipendentemente del peso specifico del liquido raggiungendo una profondità massima di 50 metri ad una atmosfera, di modo che chi si immerga con CQ1 o CQ2, in risalita non debba effettuare alcuna manovra di decompressione.

    Il particolare mezzo è alimentato da due batterie al litio che conferiscono una carica di oltre 2 ore e mezzo dopo una ricarica di 12 ore ed è costruito con standard di sicurezza ai massimi livelli, basti solo pensare che in caso di emergenza può restare sommerso oltre 36 ore assicurando ossigeno sufficiente per gli occupanti, dopo tale periodo, senza che siano arrivati i soccorsi, conviene prepararsi per rendere l’anima a…. Dio.

    Coloro che acquisteranno Worx CQ1 O CQ2, avranno compreso nel prezzo, che per ora resta top secret, un corso di quattro giorni non solo per apprendere il funzionamento in acqua del mezzo, ma anche per conoscere le situazioni e affrontarle al meglio in caso di pericolo in immersione.

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Mondo auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI