Infiniti QX70

Infiniti QX70

Quando esagerare non basta: il grande SUV di successo di Infiniti

Prezzo Base:
56.350 €
Consumi:
12,5 l/100km
Posti:
5 persone
Bagagliaio:
410 - 1305 litri
    Nuova Infiniti QX70
    Anteriore della QX70
    Laterale posteriore della QX70
    Laterale anteriore della QX70
    QX70 bianca
    Prezzo dell'Infiniti QX70

    Infiniti ha una storia giovane, debuttando in Europa al Salone di Ginevra 2008 (anche se nacque in Nord America vent’anni prima, l’8 novembre del 1989). Nonostante questo breve lasso di tempo, il Marchio nipponico è riuscito a crearsi una vettura di riferimento che continua a rappresentarla, per immagine e appeal, nell’immaginario collettivo: Infiniti QX70, il SUV di grande dimensioni. In quel lontano 2008, quest’auto nasceva in realtà con il nome di FX35/37/50 (a seconda della cubatura del motore), per poi essere ribattezzata qualche anno fa con l’attuale nome di Infiniti QX70, sulla scorta delle nuove denominazioni della Casa giapponese che impongono la lettera Q seguita da due cifre. Ebbene, questo preambolo ”storico” per sottolineare da un lato l’importanza del modello, ma dall’altro anche la sua l’anzianità; questo forse costituisce il limite più evidente di quest’auto, che, data anagrafica a parte, ancora oggi si presenta esteticamente affascinante e in grado di far passare in secondo piano anche una Cayenne. Non si può negare che il grosso merito del successo della QX70 risiede proprio nella linea, una delle più riuscite per Infiniti. Le proporzioni sono tese all’estremo dall’insieme di una carreggiata larghissima e un’altezza relativamente contenuta per il tipo di auto; il passo, lunghissimo (288 cm), accentua lo slancio dell’intero corpo vettura, e gli sbalzi stretti conferiscono possenza. Ad accrescere l’impatto estetico della QX70, il lungo cofano motore che va a scapito di interni molto arretrati: così vista di lato la vettura è visivamente “carica” la vettura nel punto giusto, ovvero nel posteriore. Qui il tetto si unisce spiovente su di un lunotto fortemente inclinato, dando l’idea che la QX70 sia, più che di SUV, una coupè rialzata,. Ad accentuare questa sensazione, contribuisce la bella combinazione tra una linea di cintura altissima, e vetratura ridotta i minimi termini. Il rovescio della medaglia di simili forme ardite, è che il bagagliaio è quasi un ricordo: 410 l di cubatura sono briciole rispetto ad un’auto lunga quasi 5 metri di lunghezza (487 cm, per la precisione). In definitiva, la QX70 sembra voler divorare chiunque si trovi di fronte a sé, e ha un’aria perfino vagamente minacciosa. In questo senso, molto riuscito il frontale, con la calandra trapezoidale firma del Marchio, contornata da “occhi” sfuggenti e sottili, come quelli di un felino pronto all’attacco. Non mancano nemmeno certe soluzioni stilistiche a dir poco eccentriche, come ad esempio l’enorme feritoia dietro i passaruota anteriori, il doppio terminale di scarico cromato, lo spoiler posteriore, o i cerchi in lega smisurati (sulle versioni top di gamma), da 21” di diametro. Nel complesso, per queste sue particolarità, la QX70 è un a di quelle poche auto la cui linea sembra essere rimasta invariata rispetto al corrispettivo prototipo da Salone. Certo, per chi punta al low-profile, questa è decisamente la vettura sbagliata. Ad ogni modo, a lei va il merito non da poco di rappresentare l’antesignana delle attuali SUV-coupè che adesso sono molto di moda, avendole anticipato addirittura di un decennio-

    Tutta questa vistosa apparenza trova solo in parte riscontro nelle caratteristiche dinamiche, che sono convenzionali. La QX70, infatti, è pesantissima (2100 kg circa), complice la progettazione non più recente, e questa è una Spada di Damocle che pende sulla vettura ogniqualvolta si cerchi quella guida sportiva che lei promette a vederla. In curva comunque è incollata, grazie al mix di stazza notevole e ruote enormi. Ma l’andatura che si può ottenere, alla fine, è quella di una comoda passista adatta ai lunghi viaggi. A queste sensazioni contribuisce anche il cambio, una vecchia unità a 7 rapporti che non si dimostra particolarmente pronto. Il confort, comunque, è elevatissimo, e caracollarsi tra le curve, anzichè affrontarle a tutto gas, sarà comunque un piacere per il conducente. Soprattutto perchè di base è una splendida trazione posteriore, e solo in condizoni di aderenza ridotta il differenziale elettronico centrale ripartisce la coppia a metà tra i due assi. In quanto a sicurezza, quindi, la guida è ai vertici in qualsiasi tempo.

    Visti i suoi ingombri esterni, la QX70 non è un giocattolo da città. Per di più, il cofano smisurato per le suddette questioni estetiche complica ulteriormente la gestione dell’auto nel traffico di tutti i giorni. Altro elemento leggermente fuorviante, i comandi: i pulsanti sono in un numero esagerato, e possono concretamente distrarre dalla guida quotidiana. Proprio la plancia è un altro elemento che risente del peso degli anni: in essa si intravedono, in forma ancora “primordiale”, gli stilemi dell’attuale produzione Infiniti, come lo sviluppo fortemente verticale di tutta la struttura, al punto da dare quasi una leggera sensazione di oppressione stando seduti da passeggero, o la continuità tra la porta e la plancia, che sembra voler avvolgere gli occupanti in un abbraccio. Non abbondante lo spazio a bordo, che risente delle forme esterne fortemente scolpite e rastremate. Dentro, infatti, la Q70 preferisce coccolare 4 occupanti, piuttosto di 5 persone. Inoltre il tetto spiovente dietro limita leggermente l’accessibilità ai più alti. Sulla qualità dei materiali niente da dire: l’abitacolo è opulento e a livello dei migliori SUV premium tedeschi. Tuttavia, c’è da ridire sulle scelte cromatiche per l’abitacolo: sono limitate, con un nero onnipresente che “smussa” non poco questa sensazione di lusso, e conferisce all’abitacolo una certa austerità che contrasta con le linee esterne quasi esotiche. Prezzo non certo alla portata di tutti: per acquistare una Infiniti QX70 servono oltre 55.000 euro.

    Pro
    • Linea: Aggressiva, audace, muscolosa: la più riuscita per Infinti, e ispirazione per altri SUV.
    • Confort : Elevatissimo, con in più la sicurezza di avere sempre la strada sotto controllo.
    • Lusso : Materiali di primo livello e opulenza in abitacolo.
    Contro
    • Anagrafe: Anche se non sembra, al QX70 ha dieci anni sulle spalle: sono tanti.
    • Scheda tecnica: Assurdo aver fatto sparire dalla gamma l’ottimo 3 l V6 diesel.
    • Abitacolo: Lo spazio interno, e nel baule, è scarificato sull’altare delle forme audaci.

    Versione consigliata

    A livello di scheda tecnica, sono dolori nel vero senso della parola: in tutta la gamma manca, infatti, un motore diesel; o meglio, c’era (ed era anche valido) nella precedente versione denominata FX, per poi essere soppresso nella “nuova” QX70. Scelta apparentemente inspiegabile, che condiziona pesantemente la diffusione di questo bel prodotto nei nostri Paesi, e giocoforza ne limita anche la rivendibilità futura; un particolare, quest’ultimo, da tenere fortemente in considerazione, prima di staccare l’assegno. Fatta questa doverosa premessa, i motori a benzina disponibili sono due unità non più recenti, ma sono ancora in grado di emozionare, ciascuno a modo suo. Alla base c’è un possente V6 da 3,7 l di cilindrata e 320 CV, propulsore quasi “mitico” per gli appassionati di auto, perchè lo stesso della sportiva Nissan 370Z. Caratterizzato da un sound da pelle d’oca, questo motore soffre di una concezione progettuale non più moderna, che al tempo non prevedeva l’impiego del turbo a bassa pressione. Di conseguenza, la coppia di 360 Nm, non molta per un veicolo del suo peso, viene espressa a regimi altissimi (5000 giri): se si guida allegri, i consumi crollano vertiginosamente. Per non parlare dell’altro motore, un 5 l aspirato che, forte dei suoi 8 cilndri a V, eroga coppia motrice a volontà a qualsiasi regime, nonostante gli “appena” 390 CV. Un motore con caratteristiche all’americana (non a caso gli USA sono il principale mercato di Infiniti), dall’erogazione possente e al tempo stesso morbida. Ma meglio saltare in tronco il capitolo “consumi”… Quindi, logico che, dei due propulsori, l’unico “vivibile” concretamente alle nostre latitudini è il 3,7 V6.

    Due gli allestimenti previsti per la Infiniti QX70 (S e GT), a loro volta articolati nelle varianti base, Premium e Design (quest’ultimo riservato solo alla S). Meglio puntare alla variante Premium, che è full optional nel vero senso della parola, e soprattutto offre di serie il pacchetto di assistenza alla guida (Safety Shield).

    Giudizi su Infiniti QX70

    VOTA:
    2/5 su 1 voti
    Scheda tecnica

    I dati tecnici e le caratteristiche della Infiniti QX70 2018

    Motori
    Alimentazione Benzina
    Cilindrata da 3696 a 5026 cm3
    Potenza da 235(320) a 287(390) CV(KW)
    Coppia massima 360/5200 - 500/4400 rpm
    Velocità massima da 233 a 240 km/h
    Accelerazione da 5,8 a 6,8 (0-100 km/h)
    Cambio Automatico
    Trazione Integrale
    Consumi e Emissioni
    Consumo urbano da a 17,5 l/100 km
    Consumo extraurbano da a 10 l/100 km
    Consumo medio da a 12,5 l/100 km
    Consumo reali n.d.
    Serbatoio 90 litri
    Autonomia n.d.
    Omologazione Euro 6
    Emissioni CO2 da 293 a 316 g/km
    Dimensioni e Misure
    Tipo di carrozzeria Suv
    Lunghezza 487 mm
    Passo mm
    Larghezza con specchietti 193 mm
    Larghezza senza specchietti n.d.
    Altezza 168 mm
    Altezza da terra 19,1 mm
    Bagagliaio da 410 a 1305 litri
    Peso 2012 kg
    Posti 5 persone
    Porte 5
    Versione e allestimenti

    Listino prezzi delle Infiniti QX70 2018 per modello, alimentazione ed allestimento

    Infiniti QX70 benzina
    ModelloPrezzoCilindrataPotenzaConsumoVelocitàAccelerazione
    eurocm3cv-kwkm/lkm/h0-100
    QX70 3.7 GT

    prezzo più basso

    56.3503696235-3208,32336,8
    QX70 3.7 S59.3803696235-3207,92336,8
    QX70 3.7 GT Premium62.1003696235-3208,32336,8
    QX70 3.7 S Premium65.1303696235-3207,92336,8
    QX70 3.7 S Design66.0303696235-3207,92336,8
    QX70 5.0 S Premium

    più potente e più veloce

    75.0105026287-3907,42405,8
    Modelli infiniti
    Infiniti Q30

    Infiniti Q30
    da 24.990 €

    Infiniti Q50

    Infiniti Q50
    da 39.900 €

    Infiniti QX30

    Infiniti QX30
    da 40.110 €

    Infiniti Q60

    Infiniti Q60
    da 46.900 €

    Infiniti Q70

    Infiniti Q70
    da 50.050 €

    Infiniti QX70

    Infiniti QX70
    da 56.350 €