6 italiani su 10 puntano su innovazione e guida connessa

Gli italiani rivolgono grande attenzione ai servizi innovativi, ma anche alla sostenibilità e al prezzo dei veicoli

automobile innovazione

Foto Unsplash | Obi Onyeador

Oltre 6 italiani su 10 sono convinti che il livello di innovazione nel settore automotive sia sempre più importante. Lo ha rivelato una survey internazionale condotta da AutoScout24. Il sondaggio, tra l’altro, è nato in occasione di un workshop online organizzato dall’Osservatorio Connected Car e Mobility del Politecnico di Milano.

Innovazione al primo posto per gli italiani

Secondo gli automobilisti, il futuro delle auto è smart ed è rappresentato dalla guida connessa. Un predisposizione che, secondo la survey, arriva al 70% in caso di soggetti che guidano auto nuove. Il sondaggio, inoltre, non riguarda solo l’Italia. Sull’importanza dell’innovazione del settore sono d’accordo anche gli automobilisti di Belgio (59%), Austria (56%), Germania (51%) e Olanda (50%).

Per quanto riguarda il nostro Paese le specifiche più rivelanti in termini d’innovazione sono: i sistemi di infotaintment (54%), dispositivi per la sicurezza attiva (57%). Tra questi “brillano” il cruise control adattivo (41%) e i sistemi di assistenza alla guida (44%).

Secondo la survey i giovani italiani, rispetto agli adulti, sono più disposti a pagare prezzi più alti per extra che riguardano la guida connessa e l’innovazione dei veicoli. Da quanto emerso, però, chi vive nelle grandi città risulta meno coinvolto nella questione. Inoltre, ha problemi a capire quali siano i benefici e le opportunità delle smart car.

Attenzione anche alla sostenibilità

L’Italia, comunque, risulta più interessato alle tematiche dell’innovazione del settore rispetto ad altri Paesi Europei. Se è emerso un interesse pari al 55% nel nostro Paese, in Belgio, ad esempio, la percentuale è leggermente minore (53%). Scende ancora in Olanda (47%), Austria (46%) e Germania (37%).

Secondo quanto emerso, inoltre, gli utenti italiani sono disposti a condividere i dati della propria auto per ricevere servizi aggiuntivi e sempre più innovativi. Inoltre, è emersa nei consumatori una grande attenzione alla sostenibilità. In tutti i Paesi che hanno risposto alla survey più delle metà degli intervistati ha confermato la sua attenzione per l’ambiente. In Italia, da quanto emerso, la percentuale è pari al 75%. A seguire la Germania, al 72%, e il Belgio al 70%.

Alla fine del sondaggio, comunque l’aspetto a rimanere sempre al primo posto in tutti i Paesi, al di là dell’innovazione, e il prezzo dei veicoli.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.