Alfa Romeo Giulia GTA, il ritorno leggendario del mito

Alfa Romeo Giulia GTA, una della auto storiche del Biscione, torna sulle scene: ecco le caratteristiche, le sue prestazioni e i prezzi con i quali sarà venduta

9
Alfa Romeo Giulia GTA

Alfa Romeo ha svelato in via ufficiale le nuove Alfa Romeo Giulia GTA e Alfa Romeo Giulia GTAm, il cui debutto doveva avvenire in occasione del Salone dell’auto di Ginevra 2020, cancellato pochi giorni fa a causa dell’epidemia di coronavirus. Torna così su un’Alfa Romeo la mitica sigla GTA, ovvero Gran Turismo Alleggerita, un acronimo nato 55 anni sulla Giulia dell’epoca. La presentazione della prima Alfa Romeo Giulia GTA avvenne, infatti, nel 1965 al Salone di Amsterdam e alla base della trasformazione c’era una Giulia Sprint GT, la coupé costruita tra il 1963 e il 1975.

Continua a leggere

Continua a leggere

L’Alfa Romeo Giulia GTA e la sua versione più pistaiola, Giulia GTAm, saranno costruite in edizione limitata di sole 500 unità in totale, tutte numerate, certificate e pronte a prendere il loro posto accanto alla progenitrice del 1965. La stessa esclusività che si riscontra in Giulia GTA e Giulia GTAm caratterizzerà anche un’esperienza cliente dedicata particolarmente esclusiva, progettata per offrire ai 500 fortunati proprietari un’interazione unica al 100% Alfa Romeo.

Alfa Romeo Giulia GTA, più potenza sì ma non estrema

In termini di prestazioni, il potente Bi-Turbo 2.9 V6 (510 CV nella versione standard), realizzato interamente in alluminio raggiunge su Giulia GTA una potenza di 540 CV grazie al meticoloso lavoro di calibrazione eseguito dagli ingegneri Alfa Romeo. Lo stesso team è anche riuscito a ottimizzare l’implementazione del nuovo Akrapovic, sistema di scarico specifico, con il suono inconfondibile, che assicura un carico perfettamente bilanciato alle alte velocità.

Con l’ausilio del Launch Control, la nuova Giulia GTA può contare su di un’accelerazione 0-100 km/h completata in 3,6 secondi, con un miglioramento di 0,3 secondi rispetto al tempo della Quadrifoglio. Le nuove Giulia GTA possono contare, rispetto alla Quadrifoglio, su di un taglio della massa complessiva di 100 chilogrammi, raggiungendo i 1520 chilogrammi complessivi. La riduzione della massa è stata ottenuta grazie all’ampio utilizzo della fibra di carbonio presente sull’albero di trasmissione, sul cofano, sul tetto e sul paraurti anteriore. La versione GTAm include anche i finestrini in Lexan.

Continua a leggere

Continua a leggere

Interni premium in Alcantara

Spostandosi all’interno dell’auto, spiccano diversi nuovi dettagli. Il rivestimento in Alcantara 100% sul cruscotto, i pannelli delle portiere, il vano portaoggetti, i montanti laterali e il rivestimento centrale sui sedili. Alcantara è utilizzato ancora più ampiamente nella versione GTAm, in cui il sedile posteriore è stato rimosso, lasciando spazio a una “vasca” completamente imbottita, che ospita modanature specifiche progettate per contenere caschi ed estintore. I nuovi inserti in carbonio opaco conferiscono agli interni un’eleganza tecnica ed estetica distintiva.

Nel nuovo GTAm, l’interno è unico in quanto presenta un roll bar, nessun pannello delle porte o sedili posteriori e la porta si apre con una cintura al posto della maniglia, un altro tocco che viene dal mondo delle corse. Un regalo, quello marchiato Alfa Romeo, decisamente importante che celebra nel miglior modo possibile i 110 anni di storia dl Biscione. In Italia i listini della Giulia GTA partiranno da 175.000 euro, prezzo al quale bisognerà aggiungere ulteriori 5.000 euro per avere la più estrema GTAm.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!

Da non perdere