Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, ancora più sportiva con Manhart

La vettura del Biscione, grazie al tuner tedesco, guadagna ancora più cavalli e un body kit che non lascia indifferenti

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Manhart

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Manhart - Foto credits Manhart press

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio è una delle auto più apprezzate in Germania, tanto che la vettura del Biscione è stata eletta “Best Car 2022” dai lettori di “Auto Motor und Sport” per la quinta volta negli ultimi sei anni. Sarà forse per questo che il tuner Manhart, di solito specializzato in elaborazione di veicoli tedeschi, ha deciso di mettere le mani sull’auto italiana esaltandone, ancora di più, il lato sportivo.

Manhart QV 600
Manhart QV 600 – Foto credits Manhart press

La vettura del Biscione tocca ora i 653 CV

Grazie al lavoro dell’elaboratore, infatti, il V6 biturbo da 2.9 litri raggiunge i 653 CV di potenza, un incremento importante rispetto ai 510 CV della versione di serie. Un risultato raggiunto grazie all’installazione di un kit specifico, un intercooler e una rimappatura della centralina, oltre a un rinnovato sistema di scarico. Anche dal punto di vista estetico l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio ha subito modifiche estetiche con cerchi Classic Line in nero satinato con decorazione in oro, un assetto ribassato di 40 mm e una vernice nera con strisce e scritte decorative in oro e argento.

Parole di Matteo Vana

Laureato in Editoria e Giornalismo, ha iniziato a muovere i primi passi con calcio e motori, due passioni delle quali ha fatto un lavoro. Pubblicista dal 2014, ama lo sport, i viaggi e i fumetti