Andreucci ed i Carabinieri: insieme con la Peugeot 308 GTi

Il pluripremiato Campione Italiano Andreucci addestra i Carabinieri alla guida, suggellando la partnership tra Peugeot e l'Arma

da , il

    Andreucci ed i Carabinieri: insieme con la Peugeot 308 GTi

    Giusto qualche mese fa è stata consegnata la nuova Peugeot 308 GTi by Peugeot Sport all’Arma dei Carabinieri, una hot hatch prestazionale che può garantire una sicurezza maggiore sulle nostre strade. Chi meglio di Paolo Andreucci, anche quest’anno (per l’ennesima volta) laureato Campione Italiano Rally con la sua Peugeot 208 T16, avrebbe potuto insegnare ai Carabinieri a sfruttarne tutto il potenziale? Si consolida allora la partnership tra Peugeot e l’Arma dei Carabinieri.

    Guarda anche:

    Sono 272 i cavalli a disposizione dei militari a bordo della nuova Peugeot 308 GTi by Peugeot Sport, erogati dal motore THP da 1.6 litri e utili a portare a termine al meglio i loro compiti operativi. Ma per i cinque addetti c’è stato un istruttore speciale: Paolo Andreucci. Durante una intensa giornata di formazione al Misano World Circuit i Carabinieri assegnati alla nuova 308 GTi by PS hanno seguito un corso di teoria e di pratica, per imparare a sfruttare al meglio tutto il potenziale che la compatta del Leone ha modo di offrire per portare a termine i compiti previsti. Sono stati previsti degli esercizi specifici per i cinque militari e Paolo Andreucci è stato in costante contatto con loro durante tutta la giornata, per permettere un apprendimento quanto più veloce e completo possibile. Ovviamente si parla di una Peugeot 308 GTi by Peugeot Sport leggermente rivista rispetto la tradizionale versione di serie, perchè prevede modifiche imposte per i suoi compiti: oltre alla livrea ci sono anche i segnalatori luminosi, un piano scrittoio sulla cappelliera posteriore con tanto di prese USB, supporti porta arma lunga a bloccaggio meccanico e predisposizione per il sistema di scambio dati ODINO.

    Dietro questa iniziativa è chiaro l’intento di Peugeot di rendersi sempre più partecipe nel tessuto italiano, un mercato che rappresenta un’ottima quota a livello europeo per il brand francese. Fioccano così queto genere di iniziative e non solo.