Annuncio Binotto, la conferma in diretta: destinazione inaspettata per l’ex Ferrari

Sono state davvero feroci le critiche nello scorso anno che sono state inflitte a Mattia Binotto, ma il suo futuro può essere ancora in F1.

Nella stagione 2022, la Ferrari ha dimostrato per gran parte dell’anno di essere una Scuderia competitiva. Ottime gare all’inizio della stagione, con Leclerc che sembrava prossimo al dominio assoluto, ma alla fine a trionfare largamente è stato Max Verstappen.

L’opinione pubblica ha riconosciuto il Team Principal Mattia Binotto come uno dei principali colpevoli per l’ennesima stagione della Rossa conclusasi senza il titolo mondiale. La verità in questi casi sta sempre nel mezzo, con Mattia che non sempre è stato protagonista di strategie impeccabili, ma a un certo punto la critica si era trasformata in una “caccia alle streghe”.

La situazione era diventata davvero insostenibile, per questo motivo per il 2023 è stato chiamato l’ex Team Principal dell’Alfa Romeo: Frederic Vasseur. In casa Ferrari le cose non sono migliorate, con la Scuderia che attualmente è la quarta forza del Mondiale, un netto calo rispetto al passato.

Per qualcuno gran parte delle colpe sono ancora da attribuire a Binotto, con Vasseur che ha ereditato una situazione troppo complicato. Solo il tempo ci darà risposte chiare, ma intanto qualcuno sembra aver apprezzato il lavoro di Mattia nel corso della sua esperienza in F1.

La McLaren su Binotto: arriva la conferma

Mattia Binotto è in questo momento probabilmente l’ingegnere maggiormente richiesto in F1, tanto è vero che sarà lui a scegliere liberamente il proprio futuro. Rumors parlavano già di un suo possibile approdo in Audi nel 2026, con l’offerta che è stata rigettata per mancanza di un progetto allettante, almeno per il momento.

McLaren punta su Binotto
Joe Saward parla di Binotto alla McLaren (Fonte: Ansa Foto)

Anche la Alpine si è fatta sotto, ma quella che sembra essere maggiormente interessata a Binotto è la McLaren. Può stare però tranquillo il Team Principal Andrea Stella, anzi sembra proprio essere stato il numero uno italiano della casa di Woking a richiedere Binotto.

Dunque non tornerà in F1 con il ruolo di Team Principal, ma con tutta probabilità tornerà a essere il capo ingegnere nel reparto corse. Questa infatti è stata la mansione che ha svolto nel migliore dei modi nei suoi anni in Ferrari, ottenendo grandi risultati e permettendo al Cavallino Rampante di essere vincente.

A sganciare la bomba, secondo le pagine web del proprio blog personale, è stato il giornale Joe Saward che ha confermato il grande interessamento della McLaren nei confronti di Binotto. “Da diverse settimane sono aumentate le storie che vorrebbero Binotto in McLaren, anche se non è ancora chiaro il suo ruolo. Bisognerà capire come evolverà la situazione, ma è uno scenario che merita di essere tenuto sotto osservazione.”

Binotto dunque potrebbe tornare in F1 a breve, con il progetto della McLaren che vuole tornare a essere vincente dopo troppi anni di attesa. Al momento ci sono due grandi giovani piloti come Norris e Piastri e chissà che Mattia non possa diventare l’uomo giusto per dargli tra le mani una monoposto vincente.

Impostazioni privacy