Area B Milano: confini, mappa, orari e auto interessate al divieto

Scopriamo insieme le regole dell’Area B Milano, la nuova zona a traffico limitato che entrerà in vigore dal prossimo gennaio 2019. Tutto ciò che c'è da sapere: confini, mappa, varchi e mezzi interessati

da , il

    Area B Milano: confini, mappa, orari e auto interessate al divieto

    Non solo Area C, a Milano è in arrivo anche l’Area B. Dal prossimo gennaio 2019 il capoluogo lombardo introdurrà una nuova zona a traffico limitato ancora più vasta di quella precedente, in particolare parliamo di circa il 72% del territorio comunale. La nuova Area B non sostituirà quella precedente, ossia la fatidica C, la quale rimarrà comunque attiva.

    Guarda anche:

    Area B Milano, mappa e confini

    Dal 21 gennaio 2019 tutti i veicoli più inquinanti dovranno seguire delle regole ben precise per accedere alla nuova zona a traffico limitato. La nuova ZTL interesserà gran parte della città. Di seguito la mappa con il paragone con l’attuale Area C, in modo da mostrare l’enorme differenza di dimensione.

    Area C Milano senza varchi

    Di seguito invece tutti i varchi attivi che saranno in funzione dal 21 gennaio 2019. Saranno ben 185 telecamere.

    Milano Area B

    Area B Milano: le auto vietate

    Abbiamo visto le zone interessate dell’Area B. Quali saranno invece i mezzi vietati tra le strade di Milano, che possono entrare nell’area solo a pagamento?

    Per il trasporto delle persone dal 21 gennaio 2019 lo stop riguarderà:

    Autoveicoli Euro 0 benzina;

    Autoveicoli Euro 0 diesel senza FAP;

    Autoveicoli Euro 1 diesel senza FAP;

    Autoveicoli Euro 2 diesel senza FAP;

    Autoveicoli Euro 3 diesel senza FAP;

    Autoveicoli Euro 3 diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,025 g/km oppure senza valore nel campo V.5 carta circolazione.

    Per il trasporto delle merci, sempre a partire dal 21 gennaio 2019, lo stop riguarderà:

    Autoveicoli Euro 0 benzina;

    Autoveicoli Euro 0 diesel senza FAP;

    Autoveicoli Euro 1 leggeri e Euro I pesanti diesel senza FAP;

    Autoveicoli Euro 2 leggeri e Euro II pesanti diesel senza FAP;

    Autoveicoli Euro 3 leggeri e Euro III pesanti diesel senza FAP;

    Autoveicoli Euro 3 leggeri diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,025 g/km oppure senza valore nel campo V.5 carta circolazione;

    Autoveicoli Euro III pesanti diesel con FAP di serie e con campo V.5 carta circolazione > 0,02 g/kWh oppure senza valore nel campo V.5 carta circolazione;

    Autoveicoli Euro 0, 1, 2, 3 leggeri diesel con FAP after-market con classe massa particolato inferiore a Euro 4;

    Autoveicoli Euro 0, I, II, III pesanti diesel con FAP after-market con classe massa particolato inferiore a Euro IV.

    Area B Milano: ciclomotori e motocicli

    Milano: le nuove regole dell’Area B

    Per moto, ciclomotori e scooter non sono previsti blocchi per i 2T Euro 5 e per i 4T Euro 4 ed Euro 5. Stop dal 20 gennaio 2019 ai motoveicoli a due tempi di classe Euro 0 ed Euro 1 e ai ciclomotori a due tempi di classe Euro 0 ed Euro 1. Dal 30 settembre 2024 sarà la volta dei 2T Euro 2, nonché di tutti i 4T Euro 0 ed Euro 1. Dal 30 settembre 2025 il divieto scatterà per i 2T Euro 3 e i 4T Euro 2. Infine, dal 30 settembre 2028 verranno bloccati tutti i motoveicoli 4T Euro 3 e dal 30 settembre 2030 tutti i 2T Euro 4.

    Area B Milano: orari e multe

    Presidiato da 185 telecamere, il divieto sarà attivo dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, esclusi i festivi. L’entrata in vigore non sarà imminente e inderogabile, questo per permettere a tutti di “digerire” le nuove regole. Durante il primo anno vi sarà un periodo di transizione dove gli automobilisti avranno diritto a 50 giorni per ambientarsi alla nuova disposizione durante i quali si potrà entrare nella Area B senza alcuna conseguenza, ricevendo solamente una comunicazione del Comune per informare della nuova normativa e un invito ad iscriversi al portale web dove reperire tutte le informazioni utili e gestire gli accessi disponibili.

    Dal secondo anno i residenti a Milano e le imprese della città avranno a disposizione solo 25 giorni all’anno di libera circolazione, cinque giorni per tutti gli altri automobilisti, superati i quali o ci si affida agli 11 parcheggi di interscambio della Metropolitana fuori l’Area B oppure si va incontro alla sanzione amministrativa: circa 90 euro.