Assicurazione auto: consigli pratici per risparmiare

assicurazione auto

Foto Shutterstock | BLACKWHITEPAILYN

L’assicurazione auto incide in maniera particolare sul patrimonio familiare. Specie in Italia, dove in media ogni famiglia possiede almeno due mezzi di trasporto.

La garanzia di responsabilità civile è l’unica obbligatoria per legge ed è la principale copertura di un contratto di assicurazione auto. Sebbene non ne possiamo fare a meno, il nostro interesse è cercare di risparmiare il più possibile e trovare l’offerta più conveniente.

Quando calcoliamo un preventivo per l’assicurazione auto, dobbiamo prendere in esame tutti i fattori che determinano il premio di assicurazione:

  • Età e comune di residenza del proprietario del mezzo;
  • Modello, anno di immatricolazione e cilindrata del mezzo;
  • Classe di merito di assegnazione per la tariffa bonus malus.

Quello che magari ignoriamo, è che ci sono molti altri aspetti del contratto di responsabilità civile assicurazione auto. Da un lato possiamo personalizzare la polizza di assicurazione auto sulla base delle nostre esigenze. Possiamo scegliere tra diverse configurazioni che consentono di farci risparmiare molto sul premio assicurativo, come la guida a km, l’installazione di un dispositivo satellitare o l’esclusiva della guida di un unico conducente. Di contro, esistono altre clausole che sono vessatorie per il contraente dell’assicurazione auto, se non correttamente conosciute e interpretate.

Come risparmiare sull’assicurazione auto?

Il primo modo per risparmiare sull’assicurazione auto è di stipulare un contratto che prevede la sola garanzia di responsabilità civile, senza altre garanzie aggiuntive e facoltative.

La garanzia di responsabilità civile tiene indenne il proprietario del mezzo dai danni che questo può provocare a terzi a seguito di un incidente stradale.

Bisogna, però, prestare massima attenzione alle condizioni di polizza poiché all’interno del contratto sono inseriti e implicati altri fattori che possono determinare il premio.

Approfondiamo alcune di essi, che possono fare la differenza su un preventivo di assicurazione auto.

Franchigia

La franchigia è quella quota di rimborso che a seguito di un sinistro stradale rimane a carico dell’assicurato. Il più delle volte, se inserita in polizza come formula tariffaria del contratto di assicurazione auto, è previsto il risarcimento del danno da parte della Compagnia. In seguito la stessa Compagnia si riserva di recuperare la somma equivalente alla franchigia direttamente dal cliente.

È bene prestare la massima attenzione quando si sceglie la tariffa dell’assicurazione auto. Se scegli di optare per una formula con franchigia, avrai la possibilità di risparmiare sul premio dell’assicurazione auto. La franchigia è consigliata solo quando è di un importo contenuto e quando a guidare il mezzo, è una persona prudente e attenta ai pericoli della strada.

Rinuncia alla rivalsa

La rinuncia alla rivalsa è una clausola facoltativa della polizza di assicurazione auto. Se inserita nel contratto di responsabilità civile, impedisce alla Compagnia di richiedere all’assicurato la restituzione totale o parziale della somma versata a fronte del risarcimento di un sinistro auto.

Quando si presentano i casi di rinuncia alla rivalsa? Quando il conducente del mezzo viola le norme del Codice della Strada, come:

  • Guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di stupefacenti;
  • Guida con patente scaduta o non rinnovata;
  • Guida da parte di un soggetto non abilitato o minorenne;
  • Non rispetto dell’obbligo delle cinture di sicurezza da parte dei terzi trasportati.

La scelta di inserire la clausola di rinuncia alla rivalsa comporta un aumento del premio dell’assicurazione auto.

Clausola di sospensione

La clausola della sospensione ti permette di congelare per un intervallo di tempo la copertura della tua assicurazione auto, per usufruire di tale periodo in futuro.

Spesso è scelta da quei clienti che non utilizzano il proprio mezzo costantemente nel corso dell’anno e scelgono tale opzione per non sprecare i soldi del premio di assicurazione auto, allungando il periodo assicurativo.