Audi SQ7 e Audi SQ8 TFSI, anime gemelle ancora più sportive con il motore V8 da 507 CV

Prestazioni da sportive di razza le per nuove Sport Utility premium del marchio dei Quattro Anelli sul mercato nel quarto trimestre del 2020

Audi SQ7 e Audi SQ8 TFSI

Presentate le nuove Audi SQ7 e Audi SQ8 TFSI con una chiara risposta ad un mercato di motori sportivi a benzina nel segmento dei SUV ad alte prestazioni. La dotazione sotto il cofano delle Sport Utility dei Quattro Anelli ne è garanzia. A spingere Audi SQ7 e SQ8 c’è il V8 benzina 4.0 TFSI. Equivalenza di 507 CV e 770 Nm di coppia.

Continua a leggere

Continua a leggere

Scatto da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi con un passaggio da 80 a 120 km/h in solo 3,8 secondi. Tempi degni di sportive di razza. La velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h. Alle performance si accompagna l’efficienza. Audi SQ7 TFSI percorre mediamente 100 chilometri nel ciclo combinato WLTP con 12,0-12,7 litri di carburante a fronte di emissioni di CO2 di 273-288 grammi/km. Consumi di 12,6-12,9 litri/100 km per Audi SQ8 TFSI con emissioni di CO2 di 286-293 grammi/km.

Audi SQ7 e Audi SQ8 TFSI, c’è il cambio tiptronic a 8 rapporti

Nuova Audi SQ7 TFSI

L’esuberanza del V8 biturbo è scaricata a terra dall’efficiente trasmissione automatica tiptronic a 8 rapporti del tipo con convertitore di coppia e dalla trazione integrale quattro permanente. Sotto il profilo dell’assetto, sono di serie le sospensioni pneumatiche adattive adaptive air suspension sport e lo sterzo integrale grazie al quale, a bassa velocità, le ruote posteriori sterzano in controfase sino a cinque gradi, favorendo la maneggevolezza e riducendo il raggio di sterzata. Oltre i 60 km/h, le ruote posteriori sterzano in fase, a vantaggio della stabilità.

Nuova Audi SQ8 TFSI

Un ulteriore elemento tecnico di pregio è costituito dalla stabilizzazione antirollio attiva, inclusa nel pacchetto Telaio Advanced. Un compatto motore elettrico, collocato in corrispondenza di ciascuno degli assali, gestisce l’azione dei due segmenti della barra stabilizzatrice. Durante la guida in rettilineo, i segmenti della barra antirollio vengono separati, con una conseguente attenuazione delle sollecitazioni cui è sottoposto il corpo vettura in presenza di strade sconnesse e un sensibile incremento del comfort. Se si adoota invece uno stile di guida sportivo, le semibarre vengono unite, così da ridurre al minimo il coricamento laterale di Audi SQ7 e Audi SQ8 TFSI. Il pacchetto Telaio Advanced prevede anche il differenziale sportivo che distribuisce attivamente la coppia tra le ruote posteriori, a vantaggio del contenimento del sottosterzo e dell’agilità della vettura.

Continua a leggere

Continua a leggere

Sette le modalità di guida selezionabili

La gestione di tutti i sistemi di marcia è integrata nella piattaforma elettronica dell’assetto (EFP) che monitora in tempo reale tutte le informazioni relative alla dinamica del veicolo. Tramite il sistema di controllo della dinamica di marcia Audi drive select, il conducente può modificare il carattere dei nuovi SUV sportivi dei quattro anelli. Sono disponibili sette programmi: comfort, auto, dynamic, efficiency, allroad, offroad e individual.

Nuova Audi SQ7 TFSI dettaglio anteriore

Nuove Audi SQ7 e Audi SQ8 TFSI adottano di serie cerchi in lega da 21 pollici, a richiesta da 22 pollici (Audi SQ8 TFSI anche da 23 pollici). Entrambe le vetture si avvalgono di dischi freno anteriori da 400 mm di diametro sui quali agiscono pinze nere con logo S. A richiesta, sono disponibili i freni carboceramici con pinze grigio antracite. Completano il portfolio tecnico dei nuovi modelli Audi le soluzioni in materia di infotainment, connettività e assistenza alla guida comuni alla famiglia high-end dei quattro anelli. Entrambe raggiungeranno le concessionarie italiane nel corso del quarto trimestre 2020.

Parole di Riccardo Mantica

Nell’editoria online dal 2001 quando scrivere per il web era una chimera. Pubblicista dal 2005, blogger per caso nel 2010, ha vissuto l’avvento del web 2.0 e dei social network condividendone gioie e dolori. Le passioni coltivate negli anni per sport, motori e tecnologia sfociano oggi anche nel panorama della mobilità sostenibile. Il motto preferito? Guardare sempre avanti senza dimenticare il passato. Stay tuned!

Da non perdere